Taranto Sociale

RSS logo

Mailing-list Taranto

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

Lista Taranto

...

Articoli correlati

  • Cento passi

    10 maggio 2014 - Lidia Giannotti
  • La verità su mafia e Stato: ora che si avvicina dobbiamo esserci
    "Prima che sia troppo tardi"

    La verità su mafia e Stato: ora che si avvicina dobbiamo esserci

    Perché il Presidio del 12 aprile? La Magistratura è l'Istituzione che i cittadini sentono più spesso dalla loro parte, e assumono così il compito di sostenerla a fronte di comportamenti indifferenti e magari ostili. E' così per la vicenda del Sostituto Di Matteo
    12 aprile 2014 - Lidia Giannotti
  • Verità sulla trattativa Stato-mafia e protezione per i Magistrati
    Il Presidio Nazionale a Roma

    Verità sulla trattativa Stato-mafia e protezione per i Magistrati

    Gli amici dell'associazione Agende Rosse che ci scrivono ci ricordano che l'appuntamento del 12 aprile a Roma ci riguarda tutti, che la mafia è un problema spaventoso per noi e tocca a tutti fare qualcosa, accanto ai Magistrati e a chi nelle Istituzioni vuole sconfiggerla davvero
    12 aprile 2014 - Lidia Giannotti
  • "La mafia uccide solo d'estate": una generazione sotto accusa
    Pif, esordisce come regista con “La mafia uccide solo d’estate” e si aggiudica il premio del pubblico della 31° edizione del “Torino Film Festival”

    "La mafia uccide solo d'estate": una generazione sotto accusa

    Pierfrancesco Diliberto accusa un'intera generazione, quella che durante gli anni '60 e '70 è diventata madre e padre. Genitori che hanno sempre cercato di proteggere i propri figli dalla mafia, ma così facendo non sono stati in grado di offrire loro la possibilità di scegliere.
    26 dicembre 2013 - Teresa Manuzzi

Stralciando le viti, verso il 15 marzo

"Terre di Puglia" è il nome della nuova (e prima) cooperativa pugliese sorta nell'agro brindisino, a confine tra i comuni di Mesagne, Torchiarolo e San Pietro Vernotico.
18 febbraio 2008 - Associazione Libera

- Nata per proseguire anche in Puglia l'esperienza del progetto "Libera Terra" nei terreni confiscati ai boss della Sacra Corona Unita, è il frutto della forza e dell' impegno di giovani volenterosi che hanno restituito dignità a quei terreni un tempo proprietà dei clan mafiosi salentini, oggi confiscati dallo Stato e assegnati a questa cooperativa, selezionata con regolare concorso pubblico, per attività socialmente utili.

E per diventare il simbolo di una Terra liberata dal giogo delle mafie, da cui ripartire per rilanciare un nuovo modello di consumo responsabile, dando un segnale importante per lo sviluppo e l'occupazione nel Mezzogiorno.

Infatti, oltre al vino, le cooperative di "Libera Terra", producono un'ampia linea di prodotti (dalla pasta biologica all'olio, dai legumi alle farine BIO), tutte fortemente caratterizzate dal "sapore della legalità".

Domenica 17 febbraio, dalle ore 8.00 fino alle 12.30, come per le domeniche successive fino al 15 marzo, "Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie", decine di volontari affiancheranno i giovani della cooperativa lavorando nei vigneti di Contrada Santa Barbara, nelle campagne tra Torchiarolo e San Pietro Vernotico. Per domenica sono attesi oltre 50 volontari dell' Agesci Scout barese e leccese, un gruppo di ragazzi di Nardò, e gli studenti di una scuola media leccese.

Sarà l'Amministrazione comunale di San Pietro Vernotico ad accogliere fin da sabato pomeriggio i tanti volontari giunti dal resto della regione.

Giornalisti ed operatori dell'informazione che vorranno condividere questa esperienza di lavoro "sui campi liberati" saranno ospiti della Cooperativa a partire dalle ore 10.00.

"Nella convinzione che - come ricorda don Luigi Ciotti, presidente di LIBERA - non c'è più tempo per le parole, ma occorrono fatti, gesti concreti" , fare memoria con l'impegno è l'unico modo possibile che abbiamo per sconfiggere la cultura violenta e predatoria mafiosa.

Per informazioni e adesioni contattare: Alessandro Leo (349.7417950)

ufficiostampa.15marzo@libera.it

infotel: 339.3802409
www.liberapuglia.it

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy