Taranto Sociale

RSS logo

Mailing-list Taranto

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

Lista Taranto

...

Articoli correlati

  • La Reebok Spartan Race a Taranto
    Iscriversi costa quanto un paio di scarpe

    La Reebok Spartan Race a Taranto

    L'obiettivo emozionale della Reebok sostituisce la vendita delle scarpe. E' definibile neuromarketing e fu studiato da Packard, l'autore del libro "I persuasori occulti".
    31 ottobre 2016 - Alessandro Marescotti
  • Spartan Race
    Ideata da un gruppo di ex militari è ora un evento della Reebok

    Spartan Race

    Si sta diffondendo in tutto il mondo la Spartan Race (“Gara Spartana”). Nata nel 2010 negli Stati Uniti, questa corsa ad ostacoli assomiglia ad un percorso di guerra per marines.
    2 ottobre 2016 - Alessandro Marescotti
  • Luccichii sulla Sunža

    Luccichii sulla Sunža

    Un Capodanno sotto le bombe. Il racconto di un abitante di Grozny durante la prima guerra russo-cecena
    Racconto di Kostantin Semenov
  • Guerra e letteratura: l’esperienza dei veterani russi per guarire dalla guerra

    Guerra e letteratura: l’esperienza dei veterani russi per guarire dalla guerra

    Percorsi artistico-letterari per la guarigione dai traumi della guerra
    19 agosto 2008 - Elena Murdaca
Spartan Race a Taranto il prossimo ottobre

Gli equivoci regressivi del mito spartano

Ma veramente qualcuno pensa che questa corsa sponsorizzata in stile militare sia l'alternativa per Taranto? Così ci facciamo colonizzare dalle americanate che esaltano la forza fisica e l'addestramento militare alla Rambo.
4 maggio 2016 - Alessandro Marescotti

Proprio come temevo. Veterano di guerra mutilato alla Spartan Race


Sto leggendo che a Taranto arriverà a ottobre la Spartan Race. Una competizione che rievoca ed esalta lo spirito militare degli spartani, che propone i percorsi di guerra dei marines e che vorrebbe far avvicinando i ragazzi allo spirito dell'addestramento militare.

Chi si è entusiasmato per quei percorsi militari è finito in Vietnam (o in Afghanistan) a fare la guerra con indomita convinzione, tornando a casa pazzo, violento, senza gambe e braccia.

Sparta sta inoltre diventando sempre più un modello di riferimento inquietante per i nuovi movimenti di estrema destra.

Ma veramente qualcuno pensa che questa corsa sponsorizzata in stile militare sia l'alternativa per Taranto? Così ci facciamo colonizzare dalle americanate che esaltano la forza fisica e l'addestramento militare alla Rambo.

Mi rivolgo a coloro che avevano meritoriamente proposto una interessante riscoperta delle radici storiche, anche spartane, della nostra città perché si oppongano a questa evoluzione di gusto pacchiano. Siamo in presenza di una manifestazione che considero davvero rozza e regressiva per come è vissuta a Taranto.

Inoltre è una manifestazione commerciale legata a sponsor multinazionali che è esportata in tutte le città del mondo e che quindi non valorizzerebbe Taranto ma la omologherebbe in un marchio commerciale globale, molto apprezzato dai cultori di una certa visione del mondo che non mi appartiene.

Io preferisco l'atletica leggera e le olimpiadi, nate per far gareggiare in uno spirito di pace. Quando furono create le olimpiadi, venivano fermate le guerre. E la prestanza fisica non era calata nelle sembianze dell'addestramento militare.

Così come aborrisco ogni sfilata militare, allo stesso modo mi sento lontanissimo culturalmente e ideologicamente dalla Spartan Race e dalla retorica guerriera che in vari casi la accompagna. E Taranto è fra questi.

 

Note:

"Questo argomento, la guerra, mi induce a parlare della peggiore fra le creazioni, quella delle masse armate, del regime militare voglio dire, che odio con tutto il cuore. Disprezzo profondamente chi è felice di marciare in ranghi e nelle formazioni al seguito di una musica; costui ha ricevuto solo per errore il cervello: un midollo spinale gli sarebbe più che sufficiente. Bisogna sopprimere questa vergogna della civiltà il più rapidamente possibile. L'eroismo comandato, gli stupidi corpo a corpo, il nefasto spirito nazionalista, come odio tutto questo!"

Albert Einstein

---

Benito Mussolini aveva come modello Roma ma confidò che il modello pedagogico fascista era anche Sparta dove "a partire dall'ottavo anno i ragazzi sono allevati e istruiti in una rigida disciplina che farà di loro dei cittadini gagliardi, robusti, intraprendenti, onesti e coraggiosi".

Fonte: Emilio Gentile, In Italia ai tempi di Mussolini, Edizioni Mondadori

---

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies