Taranto Sociale

RSS logo

Mailing-list Taranto

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

Lista Taranto

...

Articoli correlati

Taranto

Processo ai manifestanti, tutti assolti

I fatti risalgono al 2011, vi fu una protesta davanti alla discarica Italcave
7 febbraio 2017 - Alessandro Marescotti

TARANTO. PROTESTARONO DAVANTI ALLA DISCARICA ITALCAVE, SONO STATI ASSOLTI Italcave a Taranto

Una buona notizia. Sono stati assolti i 21 imputati, processati per un'azione dimostrativa di protesta davanti alla Discarica Italcave.

Erano stati accusati di aver compiuto un reato (interruzione di pubblico servizio) manifestando la loro contrarietà all'ingresso della discarica.

La sentenza è netta: assoluzione per tutti “perché il fatto non sussiste“.

I fatti risalgono all'inizio del 2011.

Riassumiamo la vicenda. Nel dicembre 2010 si era consumato - dopo le note vicende ILVA - un ulteriore strappo con la giunta regionale guidata da Nichi Vendola. La Regione Puglia infatti, senza alcuna consultazione con la popolazione, aveva dato via libera all’arrivo dei primi camion di rifiuti nei tre siti della provincia jonica: Italcave (Taranto), Ecolevante (Grottaglie), Vergine (Fragagnano).

Dopo l'ILVA, le discariche: arrivavano i rifiuti campani. Si aggiungeva problema a problema in un territorio giù caricato da un enorme inquinamento. Senza alcun incontro con i cittadini, senza alcun dialogo, ignorando completamente una comunità già martoriata.

La protesta nacque per l'arrivo di camion di rifiuti dalla Campania, dall'odore nauseabondo, dove era scoppiata l'emergenza rifiuti a fine dicembre 2010.

A riprendere le scene c'era Pietro Mottolese, attivista di PeaceLink, con la sua telecamera.

Per aver interrotto il "pubblico servizio" (questa era l'accusa) manifestando davanti ai cancelli ogni manifestante avrebbe dovuto pagare una sanzione di 7.500 euro.

Ora invece i 21 imputati escono a testa alta dal processo: protestando non hanno commesso alcun reato.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies