Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

La gente ha partecipato in modo significativo, con vigore e creatività, con cartelli, striscioni e slogan

A Taranto sfila il corteo contro il rigassificatore

Un nutrito corteo ha attraversato ieri le strade della città, incontrando la solidarietà anche dei commercianti
1 ottobre 2006
Alessandro Marescotti

Sono le ore 18 e il corteo sta partendo

Un beffardo "rigassifica 'sto cazz" spunta nel corteo. E' uno dei tanti cartelli, ed è sorretto da alcuni ragazzi. Sono tanti, davvero tanti i giovani che sfilano in questo corteo colorato e creativo.

I manifestanti tarantini, accompagnati da una delegazione del Comitato di Brindisi, hanno incontrato la solidarietà dei commercianti della Confcommercio che hanno esposto nelle vetrine un volantino colorato con la scritta: "La Confcommercio dice NO al rigassificatore". Scritta blu con no in rosso.

Netta è stata la sensazione che questa manifestazione, così riuscita e partecipata, segni un punto di non ritorno per la lotta al rigassificatore.

I politici favorevoli sono stati sbeffeggiati e le mascherine antigas, distribuite come simbolo della manifestazione, alla fine apparivano accompagnare cartelli con su scritto: "Mascherine contro chi inquina la politica".
Una risata vi seppellirà...


A questo punto "rigassifica 'sto cazz" appariva un innocuo slogan: la gente ha detto "avast!" ai politicanti. Quelli che calano dall'alto le loro scelte pericolose credendo che i cittadini siano distratti e non scendano mai in piazza.

"Gente, gente, gente
non state lì a guardare
l'impianto ad alto rischio
è da bloccare"

hanno gridato i manifestanti verso i balconi e la gente affacciata.

E la gente agli incroci si fermava a discutere, raccoglieva il volantino giallo tirato a migliaia di copie.

Dal palco si è sentito gridare "Vendola, ritorna quello che eri prima". Lo ha gridato il rappresentante del Comitato di Grottaglie, che ha partecipato assieme ai comitati di Taranto e Brindisi.
Sì: Grottaglie ha capito che la discarica sarà riempita con i fanghi dragati per le opere a mare del rigassificatore. E sarà emergenza, dato che la discarica è già strapiena.

I problemi interconnessi interconnettono i comitati, e Taranto e Brindisi si danno la mano, città vittime dell'azzardo del rigassificatore.

Note: Le foto della manifestazione
http://italy.peacelink.org/gallerie/108
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.23 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)