Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Una manifestazione si svolgerà sabato prossimo a Grottaglie contro la realizzazione del terzo lotto della discarica

Grottaglie: Contro la discarica di La Torre-Caprarica

Il dissenso alla realizzazione dell’impianto nel comune di Grottaglie è totale, «non esistono più margini per trattative al riguardo - affermano gli organizzatori -. Il nostro è un no secco»
2 ottobre 2007
I comitati contro le Discariche

Una manifestazione si svolgerà sabato prossimo a Grottaglie contro la realizzazione del terzo lotto della discarica di La Torre-Caprarica, che trasformerebbe – affermano gli organizzatori – il territorio in un «immondezzaio».

La giornata di protesta è indetta dal presidio permanente «No Discariche di La Torre-Caprarica», costituito da liberi cittadini da tempo accampati accanto alla discarica già esistente a Grottaglie, a pochi passi dal nuovo grande impianto ormai pronto all’apertura. Un corteo partirà alle 16.30 da via Martiri d’Ungheria, di fronte al Comune di Grottaglie. La manifestazione si concluderà con un’assemblea pubblica in piazza Principe di Piemonte.

Il dissenso alla realizzazione dell’impianto è totale, «non esistono più margini per trattative al riguardo - affermano gli organizzatori -. Il nostro – è detto nella nota – è un no secco, senza vie di mezzo. Del futuro di questa terra stavolta decidiamo noi cittadini, in prima persona, dopo aver constatato il misero fallimento di qualsiasi delega a rappresentanti istituzionali».

«Il silenzio che ha coperto la realizzazione di questo ecomostro e la sordità dinanzi alle continue richieste della Collettività – è detto ancora – hanno portato ad un punto di non ritorno, oltre che al tenace sospetto che dietro ci sia più di qualcosa di strano. Non ci sono se. Non ci sono ma. E non c'è nemmeno un minuto da perdere. Non vogliamo altri rifiuti speciali provenienti da qualunque posto e smaltiti in un luogo che è già sottoposto a svariati vincoli. Si sappia, qui non sarà più possibile aprire altre discariche perché così hanno deciso i cittadini. E per chi non ha ancora capito, o cerca di fare orecchie da mercante, il nostro no lo grideremo nuovamente in piazza».

«E che serva da lezione - concludono i componenti del presidio – a chi pensa di effettuare scelte o concludere affari all’insaputa o a discapito della Comunità. La nostra salute, la nostra terra, il nostro futuro, la nostra dignità, tutto questo non è in vendita».

Articoli correlati

  • PeaceLink Abruzzo

    A Maggio l'Arap chiese lo stop

    Appello delle associazioni: bloccate l’attuale procedimento, l’Ente ci comunica che in 3 mesi non ci sono state novità
    29 agosto 2018 - Arci Vasto, Cobas Chieti, Gruppo Fratino Vasto, Italia Nostra del Vastese, Stazione Ornitologica Abruzzese, Associazione Antimafie Rita Atria, PeaceLink Abruzzo
  • PeaceLink Abruzzo
    Verso l'importazione stabile dei rifiuti da fuori regione?

    Rifiuti in Abruzzo, privati subito all'attacco del nuovo Piano Regionale

    Proposta una nuova mega-discarica da ben 480.750 mc a Cupello non prevista dal Piano; le associazioni depositano durissime osservazioni alla V.I.A.
    29 agosto 2018 - PeaceLink Abruzzo, Associazione Antimafie Rita Atria, Stazione Ornitologica Abruzzese, Nuovo Senso Civico Onlus
  • Abruzzo, non è la 'ndrangheta che mancava, è la coscienza diffusa che manca
    Editoriale

    Abruzzo, non è la 'ndrangheta che mancava, è la coscienza diffusa che manca

    La recente scoperta di una vera e propria rete ‘ndranghetista, che ha cercato di dominare e opprimere la città di Francavilla e il circondario, è l’ultima (in ordine di tempo) dimostrazione che l’Abruzzo “isola felice” (come già scritto mesi fa) esiste solo nelle menti ipocrite di chi non vuol vedere, di chi vuol cullarsi in una pax borghese e disinteressata alle sorti comuni. La realtà dell’Abruzzo è questa da tantissimi anni.
    4 marzo 2017 - Alessio Di Florio
  • Processo ai manifestanti, tutti assolti
    Taranto Sociale
    Taranto

    Processo ai manifestanti, tutti assolti

    I fatti risalgono al 2011, vi fu una protesta davanti alla discarica Italcave
    7 febbraio 2017 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.26 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)