Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Un incontro del Sindacato SPI sul Piano di Risanamento

Cervellera: confermati i fondi per i Tamburi; ma la GGIL attacca.

L’assessore all’Urbanistica: stiamo rivedendo la delibera per impiegare i
ribassi d’asta in interventi migliorativi del progetto. «Ma la priorità è l’alt alle polveri, sembra quasi che l’inquinamento non venga preso troppo seriamente» dice la Cgil.
19 ottobre 2007
Pamela Giuffré
Fonte: Gazzetta del Mezzogiorno

Quartiere Tamburi e collinette ecologiche, questa la situazione Sensibilizzare le forze istituzionali ed informare i cittadini sui fondi regionali per la riqualificazione del quartiere Tamburi. Con quest’intento i rappresentanti del sindacato Spi-Cgil Tamburi hanno organizzato un incontro sull'argomento che si è tenuto nel centro polivalente del quartiere, «Giovanni Paolo II».

Ha preso parte al dibattito anche l’Assessore comunale all’Urbanistica, Alfredo Cervellera. «Ultimamente - spiega il segretario del sindacato, Mimmo Martinese - troppe voci si rincorrono sulla destinazione di questi finanziamenti, generando una tale confusione che i cittadini non sanno più a chi credere. Vogliamo che una volta per tutte venga fatta chiarezza. L’impressione è che ogni progetto sia la perfetta fotocopia di quello precedente.

Sembra quasi che l’inquinamento non venga preso troppo seriamente. I cittadini dei Tamburi da anni vengono bistrattati da atteggiamenti poco attenti da parte di chi fino ad oggi ha assunto verso le aziende inquinanti un atteggiamento più di subalternità che da protagonista. Nonostante i tentativi di risolvere i problemi - ed è il caso delle Bat di cui si sente parlare dal 2002 - non vediamo miglioramenti».

Spi-Cgil richiama l’attenzione delle istituzioni locali. «Abbiamo coinvolto subito il Comune - rileva Martinese - ma stiamo già valutando nuove iniziative estese a Provincia e Regione. I fondi per i Tamburi devono essere impiegati al più presto».

A rassicurare il sindacato ci ha pensato l’assessore Cervellera: «Posso garantire che la delibera di giunta riconferma totalmente i finanziamenti per Taranto con una rimodulazione dei fondi. Stiamo preparando una delibera per modificare il capitolato d’appalto ed evitare che, come stabilito dalla legge, i ribassi d’asta debbano essere restituiti al ministero delle Finanze.

La modifica prevede invece che i ribassi d’asta siano impegnati nelle migliorie proposte dalle società, così che possano restare sul quartiere». I tempi? «I tecnici del Comune sono attualmente impegnati nel riequilibrio del bilancio. Mi auguro che entro fine mese possiamo almeno approvare la delibera di giunta comunale ».

«In ogni caso - conclude il segretario Spi-Cgil - siamo convinti che l’intervento di riqualificazione vada fatto anche se siamo altrettanto convinti che servirà a poco se prima non si affronta e non si risolve, con proposte ed interventi veramente efficaci, lo spolverio di tonnellate di polveri minerali sul quartiere».

Articoli correlati

  • L'ILVA produce di meno ma inquina di più nel 2020
    Ecologia
    Comunicato stampa: "Benzene + 128%"

    L'ILVA produce di meno ma inquina di più nel 2020

    PeaceLink invita il Sindaco di Taranto, il Presidente della Provincia e il Presidente della Regione a inviare alla Commissione Europea e alla CEDU (Corte Europea dei Diritti dell'Uomo) tutta la documentazione per sottolineare l'incompatibilità con la salute pubblica dell'area a caldo dell'ILVA.
    7 dicembre 2020 - Redazione PeaceLink
  • ArcelorMittal: Peacelink, aggravato impatto ambientale 
    Taranto Sociale
    “L'Ilva produce di meno ma inquina di più”

    ArcelorMittal: Peacelink, aggravato impatto ambientale 

    Lo afferma, a proposito di ArcelorMittal, siderurgico di Taranto, l’associazione ambientalista Peacelink che, citando i dati delle centraline pubbliche di rilevazione dell’aria, parla di “+128% di benzene nel 2020 rispetto al 2019 nel quartiere Tamburi di Taranto”,  il rione vicino all’acciaieria.
    7 dicembre 2020 - AGI (Agenzia Giornalistica Italia)
  • Ilva Football club è la speranza
    Sociale
    A Taranto vogliamo vedere tornare i bambini a giocare all'aperto

    Ilva Football club è la speranza

    Le mie impressioni su "Ilva football club" che è diventato un caso letterario, ricevendo recensioni autorevoli su giornali nazionali. Narra della squadra di calcio dell’ILVA. I suoi calciatori sono tutti morti. Giocavano su un campo contaminato.
    Fulvia Gravame
  • Schede
    Video

    Giuseppe Di Vittorio

    Segretario generale della CGIL di origine contadina. Suscitò scalpore la sua presa di posizione, difforme da quella ufficiale del PCI, contro l'intervento dell'esercito sovietico per reprimere la rivolta ungherese
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)