Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Precisazioni circa l’ordinanza del TAR/LE n.1132/07 del 21.11.2007

Grottaglie: Il TAR non può sospendere o annullare una legge

La legge resta in vigore per tutti i rifiuti speciali extraregionali diretti alle discariche della Puglia, compresa la discarica Vergine purché non si tratti dei rifiuti speciali non pericolosi provenienti da Lazio, Toscana e Umbria..
28 novembre 2007
Comitato Vigiliamo per la discarica

Logo del Presidio Permanente L’ordinanza n.1132/07 del 21.11.2007, di cui è stato pubblicato solo il dispositivo, afferma che il TAR/LE:

a) Sospende il divieto di conferimento nella discarica della ricorrente [società Vergine] dei rifiuti speciali non pericolosi provenienti da Lazio, Toscana e Umbria;

b) Fissa l’udienza del 23 gennaio 2008 per la decisione di merito del ricorso in epigrafe”.

Questo significa che il provvedimento del TAR/LE sospende il conferimento di rifiuti speciali extraregionali solo in riferimento alla discarica Vergine e solo in relazione ai rifiuti speciali provenienti da Lazio, Toscana e Umbria.

Quindi la legge resta in vigore per tutti i rifiuti speciali extraregionali diretti alle discariche della Puglia, compresa la discarica Vergine purché non si tratti dei rifiuti speciali non pericolosi provenienti da Lazio, Toscana e Umbria, di cui parla esplicitamente la nota prot. n. 51103 del 7.11.07 del Dirigente Settore Ecologia e Ambiente della Provincia di Taranto contro la quale la società Vergine ha inoltrato ricorso al TAR.

Infatti il TAR non può sospendere o annullare una legge. Pertanto, stando così le cose, la legge che regolamenta l’ingresso dei rifiuti speciali in Puglia vive finché non si sarà pronunciata la Corte Costituzionale, alla quale il TAR/LE rimetterà probabilmente il problema della costituzionalità con apposita ordinanza dopo il 23 gennaio, data fissata per l’udienza di merito.

Poi si vedrà quando la Corte Costituzionale si riunirà per decidere e se deciderà di annullare la legge regionale che regolamenta l’ingresso dei rifiuti speciali extraregionali in Puglia, approvata dal Consiglio regionale il 18.10.2007 e pubblicata sul bollettino ufficiale della regione Puglia il 5.11.2007 col n.29, dopo essere stata sottoscritta da oltre 16.000 cittadini-elettori, e approvata dai Consigli provinciali di Foggia e Taranto e dai Comuni di Stornarella, Faggiano, Palagianello, Statte, S.Marzano, Carosino, Grottaglie

www.vigiliamoperladiscarica.it

Articoli correlati

  • Solidarietà alla troupe Rai aggredita a Carsoli
    PeaceLink Abruzzo

    Solidarietà alla troupe Rai aggredita a Carsoli

    E’ necessario impegno concreto e non retorica e dichiarazioni di circostanza
    7 ottobre 2019 - Associazione Antimafie Rita Atria - Movimento Agende Rosse “Paolo Borsellino Giovanni Falcone” Abruzzo - PeaceLink Abruzzo
  • PeaceLink Abruzzo

    A Maggio l'Arap chiese lo stop

    Appello delle associazioni: bloccate l’attuale procedimento, l’Ente ci comunica che in 3 mesi non ci sono state novità
    29 agosto 2018 - Arci Vasto, Cobas Chieti, Gruppo Fratino Vasto, Italia Nostra del Vastese, Stazione Ornitologica Abruzzese, Associazione Antimafie Rita Atria, PeaceLink Abruzzo
  • PeaceLink Abruzzo
    Verso l'importazione stabile dei rifiuti da fuori regione?

    Rifiuti in Abruzzo, privati subito all'attacco del nuovo Piano Regionale

    Proposta una nuova mega-discarica da ben 480.750 mc a Cupello non prevista dal Piano; le associazioni depositano durissime osservazioni alla V.I.A.
    29 agosto 2018 - PeaceLink Abruzzo, Associazione Antimafie Rita Atria, Stazione Ornitologica Abruzzese, Nuovo Senso Civico Onlus
  • Abruzzo, non è la 'ndrangheta che mancava, è la coscienza diffusa che manca
    Editoriale

    Abruzzo, non è la 'ndrangheta che mancava, è la coscienza diffusa che manca

    La recente scoperta di una vera e propria rete ‘ndranghetista, che ha cercato di dominare e opprimere la città di Francavilla e il circondario, è l’ultima (in ordine di tempo) dimostrazione che l’Abruzzo “isola felice” (come già scritto mesi fa) esiste solo nelle menti ipocrite di chi non vuol vedere, di chi vuol cullarsi in una pax borghese e disinteressata alle sorti comuni. La realtà dell’Abruzzo è questa da tantissimi anni.
    4 marzo 2017 - Alessio Di Florio
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.27 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)