Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

La parola operaio fa paura a tutta la politica

Perché la politica ha paura degli operai?

Nell’inchiesta-reportage sui morti della Thyssenkrupp apparsa ieri su Repubblica il direttore Ezio Mauro, in un graffiante passaggio, mette a nudo il disagio che prova la politica nel pronunciare la parola operaio.
12 gennaio 2008
Fulvio Colucci
Fonte: Gazzetta del Mezzogiorno

- «L’operaio - scrive Mauro - esiste in fabbrica e non fuori, nel lavoro e non nella testa della politica». E poi la domanda formulata da un sindacalista della Fiom: «Ma lo sapete che nell’assemblea del Pd appena eletta a Torino non c’è nemmeno un operaio?».

Viene da chiedersi, allora, quanti operai ha eletto il Partito democratico a Taranto, lì dove il nuovo soggetto politico che si rifà all’eredità del socialismo dovrebbe sentire maggiormente il peso di una tradizione industriale, come a Torino, ma anche l’urgenza della questione posta dagli «invisibili», la nuova generazione di lavoratori schiacciata - qui e ora - dal peso della fabbrica, dai problemi della sicurezza, dalla desindacalizzazione, dal vuoto sociale fattole intorno dalla società dell’immagine, la società «globalizzata» che ha vergogna dell’acciaio, del fuoco, della polvere e non vuole «sporcarsi» con la materia, ma vivere in una eterna fiction.

Sembra invece che, come ha dimostrato il discorso di D’Alema all’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università di Bari, la questione operaia sia da relegare tra le cartoline storiche, ingiallite dal tempo. «La Taranto operaia a me cara», ha rievocato il vicepresidente del Consiglio con un vago accento di nostalgia nelle parole.

Parole già consumate da leader e leaderini in più di un contesto, in più di una circostanza: «La tradizione industriale di questa città nel Mezzogiorno e bla, bla, bla». Forse è arrivato il momento di dire che la parola operaio fa paura alla politica. Non è questione solo di Pd. La parola operaio fa paura a tutta la politica, nessuno escluso, perché mette di fronte a fallimenti passati e presenti, perché alle nuove domande di un ceto mutato nelle sue fattezze, così rapidamente e in così poco tempo, non sono giunte risposte adeguate al repentino scarto da parte della “casta”. Che, anzi, si è chiusa a riccio di fronte ai problemi, ripudiando nel suo vocabolario quella parola divenuta quasi «oscena» forse perché evoca la fatica.

E purtroppo, in alcuni casi, la morte.

Articoli correlati

  • In ricordo di Alessandro Leogrande
    Cultura

    In ricordo di Alessandro Leogrande

    Il giornalista e scrittore è stato ricordato a Roma a un anno dalla sua prematura scomparsa
    6 dicembre 2018 - Lidia Giannotti
  • Anche gli operai dell'Ilva devono venire alla marcia del 25 febbraio!
    Taranto Sociale
    "Giustizia per Taranto: bonifiche, risarcimenti per la città e la provincia di Taranto, chiusura delle fonti inquinanti e riconversione."

    Anche gli operai dell'Ilva devono venire alla marcia del 25 febbraio!

    Andiamo incontro ad un periodo difficile ed è inutile manifestare separati, gli abitanti di Taranto per la salute da una parte e gli operai dall'altra contro i tagli che sembrano ormai una certezza.
    Chiediamo tutti insieme che si facciano le bonifiche e che gli operai siano reimpiegati in questo settore, dopo la formazione necessaria.
    Altrimenti i lavori non saranno fatti oppure saranno appaltati a ditte del nord.
    11 febbraio 2017 - Fulvia Gravame
  • Manifestazione "Giustizia per Taranto"
    Taranto Sociale
    Il 25 febbraio Taranto scenderà in piazza di nuovo

    Manifestazione "Giustizia per Taranto"

    Prossimi appuntamenti:
    Assemblea pubblica / Riunione organizzativa: giovedì 16 febbraio, ore 19.00, presso Associazione Contro le barriere, Taranto, Via Cugini n. 40;
    Conferenza stampa: sabato 18 febbraio, ore 10,30, presso Associazione ABFO, Via Lago di Montepulciano n.1.
    16 febbraio 2017
  • Poesia, lavoro in fabbrica, sicurezza sul lavoro
    Ecodidattica
    Parole dure come l'acciaio

    Poesia, lavoro in fabbrica, sicurezza sul lavoro

    Incontro di Ecodidattica con il poeta-operaio Vincenzo De Marco
    25 febbraio 2016 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.25 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)