Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Grottaglie: «Grave lacuna nella nota dirigenziale»

Comunicato stampa del Comitato Vigiliamo per la Discarica. La suddetta nota dirigenziale di comunicazione di avvio del procedimento presenta una lacuna molto grave, alla quale si può comunque immediatamente rimediare se c’è davvero la volontà di porre rimedio.
13 marzo 2008
Antonia Ragusa (Comitato Vigiliamo per la discarica)

- In relazione alla “riapertura dei termini del procedimento del III lotto”, di cui parla la nota della Provincia prot. n. 0010729 del 29.2.2008, il Comitato Vigiliamo per la discarica comunica quanto segue.

La suddetta nota dirigenziale di comunicazione di avvio del procedimento presenta una lacuna molto grave, alla quale si può comunque immediatamente rimediare se c’è davvero la volontà di porre rimedio.

La lacuna è data dal fatto che, sorprendentemente, nella nota non viene indicato l’oggetto del procedimento, il quale deve essere obbligatoriamente indicato per legge. E, in particolare, è essenziale indicare che si tratta di annullamento in via di autotutela dell’approvazione del progetto del III lotto della discarica. Infatti, l’omessa indicazione dell’oggetto del procedimento, potrebbe offrire il fianco a una facile eccezione della Ecolevante s.p.a. in un eventuale giudizio.

Inoltre il comitato Vigiliamo per la discarica fa rilevare che sarebbe molto grave se, attraverso questa “riapertura dei termini del procedimento”, si consentisse di prendere atto di modificazioni in corso d’opera di un progetto, quale quello del cosiddetto III lotto, che è stato approvato in violazione della normativa sulle distanze rispetto alle condotte di acqua idro-potabile.

Ma al vizio clamoroso di cui innanzi, si aggiunge anche quello della mancata convocazione e partecipazione dell’Acquedotto Pugliese nella conferenza di servizi istruttoria, oltre alla mancata convocazione e partecipazione del Comune di San Marzano di San Giuseppe.

Il comitato pertanto confida che il dirigente del settore Ecologia e Ambiente della Provincia di Taranto porrà sollecitamente rimedio alle lacune che sembrano sin dall’inizio adombrarsi nel procedimento in questione.

Per il Comitato Vigiliamo per la discarica
La Coordinatrice e legale rappresentante
prof.ssa Antonia Ragusa
Grottaglie, 12.3.2008

Note: VIGILIAMO PER LA DISCARICA
comitato di cittadini e associazioni
c/o Casa per la pace, via S. Francesco De G. n.3 GROTTAGLIE (TA)
vigiliamoperladiscarica@email.it 995662252 - 3687492108
www.vigiliamoperladiscarica.it
www.rifiutospeciale.it

Articoli correlati

  • Solidarietà alla troupe Rai aggredita a Carsoli
    PeaceLink Abruzzo

    Solidarietà alla troupe Rai aggredita a Carsoli

    E’ necessario impegno concreto e non retorica e dichiarazioni di circostanza
    7 ottobre 2019 - Associazione Antimafie Rita Atria - Movimento Agende Rosse “Paolo Borsellino Giovanni Falcone” Abruzzo - PeaceLink Abruzzo
  • PeaceLink Abruzzo

    A Maggio l'Arap chiese lo stop

    Appello delle associazioni: bloccate l’attuale procedimento, l’Ente ci comunica che in 3 mesi non ci sono state novità
    29 agosto 2018 - Arci Vasto, Cobas Chieti, Gruppo Fratino Vasto, Italia Nostra del Vastese, Stazione Ornitologica Abruzzese, Associazione Antimafie Rita Atria, PeaceLink Abruzzo
  • PeaceLink Abruzzo
    Verso l'importazione stabile dei rifiuti da fuori regione?

    Rifiuti in Abruzzo, privati subito all'attacco del nuovo Piano Regionale

    Proposta una nuova mega-discarica da ben 480.750 mc a Cupello non prevista dal Piano; le associazioni depositano durissime osservazioni alla V.I.A.
    29 agosto 2018 - PeaceLink Abruzzo, Associazione Antimafie Rita Atria, Stazione Ornitologica Abruzzese, Nuovo Senso Civico Onlus
  • Abruzzo, non è la 'ndrangheta che mancava, è la coscienza diffusa che manca
    Editoriale

    Abruzzo, non è la 'ndrangheta che mancava, è la coscienza diffusa che manca

    La recente scoperta di una vera e propria rete ‘ndranghetista, che ha cercato di dominare e opprimere la città di Francavilla e il circondario, è l’ultima (in ordine di tempo) dimostrazione che l’Abruzzo “isola felice” (come già scritto mesi fa) esiste solo nelle menti ipocrite di chi non vuol vedere, di chi vuol cullarsi in una pax borghese e disinteressata alle sorti comuni. La realtà dell’Abruzzo è questa da tantissimi anni.
    4 marzo 2017 - Alessio Di Florio
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.27 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)