Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Fonti rinnovabili, la Puglia scommette su Energy

La Puglia, terra che si candida a diventare leader italiano nella produzione di energia da fonti rinnovabili, sbarca in terra tedesca alla Kermesse tecnologica. Da ieri fino al 24 la Regione espone alla fiera internazionale di Hannover. Le dichiarazioni di Sandro Frisullo, assessore regionale allo Sviluppo economico
22 aprile 2008
Fonte: Corriere del Mezzogiorno

- BARI — La Puglia, terra che si candida a diventare leader italiano nella produzione di energia da fonti rinnovabili, sbarca in terra tedesca, a Hannover, per partecipare a Energy, fiera internazionale su produzione, fornitura, trasmissione e di energie convenzionali e rinnovabili (in programma dal 21 al 25 aprile). Alla manifestazione la Regione parteciperà con un proprio spazio espositivo diretto a intercettare gli operatori e le istituzioni che operano con successo nel campo della produzione energetica.

«Gli obiettivi fissati dal Piano energetico ambientale regionale per il 2016 - afferma Sandro Frisullo, assessore regionale allo Sviluppo economico - prevede un incremento dal 3 al 18% dell'uso delle fonti energetiche rinnovabili. E' la dimostrazione della volontà politica di incidere un cambiamento profondo e duraturo sul territorio. Intendiamo così dimezzare il trend di crescita dei consumi energetici regionali.

Nei prossimi 10 anni la Puglia sarà un cantiere aperto alla sperimentazione delle diverse fonti rinnovabili e diverrà sempre più anche un punto di riferimento per la promozione di iniziative di respiro internazionale ». Per raggiungere tali obiettivi la Puglia può contare, nei prossimi anni, su ingenti risorse finanziarie, comunitarie e nazionali, tra cui la nuova programmazione 2007-2013.

Nel 2006 la produzione di energia «verde » realizzata in Puglia è risultata pari a 1.231 Gwh su un totale nazionale di 9.717. «La nostra presenza ad Energy - prosegue Frisullo - è finalizzata ad accompagnare i nostri imprenditori e il sistema regionale dell'innovazione nella ricerca di nuove opportunità di collaborazione in questo campo, all'interno di un evento settoriale di grande rilevanza internazionale, affermando il ruolo leader della Puglia tra le regioni italiane per la produzione energetica da fonti rinnovabili».

Nello spazio espositivo targato Puglia saranno presentare le principali filiere dell'energia rinnovabile disponibili sul territorio: eolico, solare, agroenergie, soluzioni per l'efficienza energetica. Sarà valorizzato il patrimonio di soggetti della ricerca: quattro Università, i «privati» Enel, Fiat, Ansaldo, e i «pubblici» Enea di Brindisi e la sede dell'Istituto di tecnologie delle costruzioni del Cnr a Bari. Infine, lo sportello Sprint Puglia, in collaborazione con la Camera di commercio italiana per la Germania (Ccig) che gestisce i desk Puglia in Germania, si attiverà per predisporre uno specifico calendario di incontri business-to-business e di contatti con operatori ed istituzioni in fiera per gli operatori pugliesi presenti in fiera.

Articoli correlati

  • “Basta armi al colonialismo”: il business israeliano e la cooperazione con l'Italia
    Disarmo
    Le iniziative del movimento BDS (Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni)

    “Basta armi al colonialismo”: il business israeliano e la cooperazione con l'Italia

    L’accordo per la cooperazione scientifica e tecnologica si integra con quello specificamente militare poiché le armi sono sempre più legate allo sviluppo dell’intelligenza artificiale e alla robotica
    31 marzo 2019 - Rossana De Simone
  • Ecodidattica
    Lo stato di salute della Puglia

    Analisi delle cause di decesso in Puglia

    Gli open data ed l'elaborazione statistica statistica hanno consentito questi risultati
    23 marzo 2018 - Antonello Russo
  • Disarmo
    Approvata il 4 luglio 2017

    Puglia, mozione per il disarmo nucleare

    Il Consiglio Regionale della Puglia impegnano il Presidente della Regione e la Giunta regionale a richiedere al Governo nazionale di rispettare il Trattato di non proliferazione delle armi nucleari e, attenendosi a quanto da esso stabilito, a porre in essere iniziative finalizzate alla rimozione da parte degli Stati Uniti d’America di qualsiasi arma nucleare dal territorio italiano e alla loro rinuncia a installarvi i nuovi ordigni B61-12 e qualsivoglia altra arma nucleare.
  • La follia del nucleare - Università di Bologna
    Pace
    PRESENTAZIONE:

    La follia del nucleare - Università di Bologna

    4 giugno 2017 - Laura Tussi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)