Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

L'«Atleta di Taranto» andrà alle Olimpiadi di Pechino

Ci sarà anche la Puglia alle Olimpiadi di Pechino con uno sportivo d'antan, il famoso «Atleta» del MarTa. Il famoso «Atleta di Taranto» porterà con sé a Pechino un pezzo del Museo archeologico. A scortare il campione olimpico del VI secolo a. C ci saranno la direttrice del Museo tarantino, Antonietta Dell'Aglio, e l'architetto Augusto Ressa.
6 giugno 2008
Marinela Di Tursi
Fonte: Corriere del Mezzogiorno

. Ci sarà anche la Puglia alle Olimpiadi di Pechino con uno sportivo d'antan, il famoso «Atleta» del MarTa, il Museo Archeologico Nazionale di Taranto, testimonial d'eccezione per una manifestazione di così alto rango. Arriverà nella capitale cinese il 30 giugno, ospitato presso il Museo delle arti del mondo che a lui ha riservato un'intera sala.

A scortare il campione olimpico del VI secolo a. C ci saranno la direttrice del Museo tarantino, Antonietta Dell'Aglio, e l'architetto Augusto Ressa della soprintendenza ai Beni architettonici e paesaggistici (Bap) delle province di Taranto, Brindisi e Lecce.

Ressa ha firmato il progetto di allestimento del materiale trasferito a Pechino: una particolare teca per consentire la visione del sarcofago con l'atleta anche ai bambini e ai diversamente abili, un sistema di pannellature che raccolgono notizie e documenti e due filmati, uno realizzato dalla Rai e l'altro dalla Bbc. Ed è stato proprio questo documentario prodotto da History Channel a suggerire l'idea di una partecipazione del museo tarantino alla grande kermesse sportiva.

«Guardando il filmato della Bbc chiarisce Ressa - siamo rimasti colpiti dagli ultimi studi condotti dall'università di Pisa sullo scheletro dell'atleta, indagini che hanno permesso, attraverso l'osservazione delle ossa, di stabilire il tipo di alimentazione, prevalentemente proteica, di cui faceva uso, le ragioni del decesso e le specialità in cui eccelleva. Del resto il nostro atleta dimostra una straordinaria prestanza fisica distribuita in una altezza di circa un metro e settanta, misura di tutto rispetto per l'epoca».

Cosa porterete esattamente a Pechino?

«Una copia fedelissima dell'Atleta realizzata con la tecnica innovativa del laser scanner e il sarcofago che lo contiene (anch'esso in copia). Si tratta di reperti di estrema delicatezza che non possono essere trasportati. In originale invece c'è il corredo funerario che accompagnava la sepoltura: l'alàbastron, il contenitore per gli unguenti, e le tre anfore panatenaiche a figure nere, premio donato all'atleta vincitore, contenente l'olio proveniente dall'uliveto sacro di Olimpia. Sui manufatti sono raffigurati Athena Promakos (combattente), una corsa di quadrighe, una scena di lotta e una scena di pentatlon, probabili discipline in cui l'atleta si era particolarmente distinto».

Quali sono stati gli enti promotori dell'iniziativa?

«Innanzitutto il ministero dei Beni culturali e ambientali, e operativamente l'assessorato alla cultura della Regione Puglia che ha stipulato un accordo con il governo cinese. In prima linea anche la direzione regionale per i Beni culturali e paesaggistici della Puglia, la soprintendenza archeologica di Taranto e la soprintendenza ai Beni architettonici e paesaggistici (Bap) delle province di Taranto, Brindisi e Lecce».

Dunque uno sforzo notevole sul piano organizzativo e finanziario. Con quali ricadute?

«Il progetto ha innanzitutto un obiettivo promozionale di rilancio turistico culturale della Puglia, e di conseguenza mira anche alla valorizzazione di una delle sue più autorevoli istituzioni, il museo archeologico nazionale di Taranto recentemente restituito alla collettività, sebbene solo negli allestimenti del primo piano. A breve peraltro sarà terminato l'intervento sull'intero percorso museale dove troverà dimora anche il famoso "atleta"».

Articoli correlati

  • Antonella Palmisano, la nostra prima campionessa olimpionica di marcia!
    Cultura
    Noi e l'oro

    Antonella Palmisano, la nostra prima campionessa olimpionica di marcia!

    Da Mottola alle Olimpiadi. E così, mentre tu insegni a scrivere in Italiano corretto e a conoscere e studiare Storia e Geografia, lei, Antonella Palmisano, è entrata direttamente nella Geografia del mondo, vincendo la medaglia d’oro per i 20 km di marcia femminile alle Olimpiadi di Tokyo
    16 agosto 2021 - Virginia Mariani
  • Un minuto di silenzio per le vittime di Hiroshima
    Disarmo
    Un appello agli atleti olimpionici: online la petizione

    Un minuto di silenzio per le vittime di Hiroshima

    "Se non agiamo il 6 agosto, che cade durante i Giochi, non abbiamo il diritto di pubblicizzare le Olimpiadi come una festa della pace. Una preghiera silenziosa è il minimo che possiamo fare"
    25 luglio 2021 - Roberto Del Bianco
  • Mondiali 2021 e Olimpiadi 2026 sulle Dolomiti
    Ecologia
    Grandi eventi e tutela ambientale

    Mondiali 2021 e Olimpiadi 2026 sulle Dolomiti

    Le associazioni ambientaliste lanciano l'allarme, "i progetti avviati non sono conformi alla Carta di Cortina 2021 e alla certificazione ISO 20121"
    4 agosto 2020 - Maria Pastore
  • Brasile: persecuzione giudiziaria contro le organizzazioni popolari
    Latina
    Lo scorso luglio inflitte condanne tra i 5 e i 7 anni di carcere a 23 attivisti che avevano partecipato alle Jornadas de Junho del 2013 contro le grandi opere legate ai mondiali di calcio del 2014 e alle Olimpiadi del 2016

    Brasile: persecuzione giudiziaria contro le organizzazioni popolari

    Per condannare i militanti è stata utilizzata la “delazione premiata” e l’infiltrazione degli agenti all’interno dei movimenti sociali
    12 settembre 2018 - David Lifodi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)