Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Cittadinanza attiva e informazione preventiva

Nuove antenne a Taranto: ecco i siti

PeaceLink pubblica i piani di installazione delle antenne per cellulari di Vodafone, Tim, Wind e Tre. E' un passo verso l'attuazione della Convenzione di Aarhus nell'ambito del controllo dei campi elettromagnetici. In particolare intendiamo dare applicazione al principio di informazione preventiva: "Il pubblico interessato è informato nella fase iniziale del processo decisionale in materia ambientale in modo adeguato, tempestivo ed efficace, mediante pubblici avvisi o individualmente".
2 luglio 2008

Antenne Ora i portatori di pacemaker possono sapere se presso la loro abitazione verrà installata un'antenna per telefonia mobile. Potranno così valutare l'eventuale possibilità di interferenza dei campi elettromagnetici e far valere il "principio di precauzione".

L'associazione PeaceLink ha infatti inserito su Internet i piani di istallazione delle antenne di Vodafone, Tim, Wind e Tre. Tali piani sono attualmente in pubblica visione sulla pagina web http://www.tarantosociale.org/tarantosociale/a/26666.html

E' la prima volta che a Taranto i piani di tutte le compagnie di telefonia cellulare vengono inseriti sul web e che i cittadini possono intervenire ed essere consultati in anticipo.

I cittadini interessati hanno tempo fino al 15 agosto per presentare osservazioni all'Ufficio Antenne dell'Amministrazione Comunale.

L'Ufficio Anfenne ha come responsabile il signor Antonio Parabita (ufficio tel. 0994581549). Eventuali osservazioni possono essere inviate all'email segreteria.edilita@comune.taranto.it

Questa informazione preventiva fornita da PeaceLink sul web, associata al diritto di intervento dei cittadini sancita dal Regolamento comunale sulle antenne, è molto importante per alcune categorie di persone particolarmente sensibili ai campi elettromagnetici.

Per una maggiore informazione sui campi elettromagnetici è stata richiesta dall'associazione PeaceLink al Comune di Taranto l'attivazione di una mailing list ai sensi dell'articolo 5 comma 5 del Regolamento comunale per l'installazione e l'esercizio degli impianti di telefonia mobile (approvato dal Consiglio comunale in data 16 aprile 2008). Tale comma recita: "Se il pubblico interessato lo richiede, l'Ufficio unico delle antenne è tenuto ad attivare apposite mailing list e i gestori sono tenuti a fornire tempestivamente l'informazione in formato digitale PDF consultabile pubblicamente e veicolabile su mailing list".

PeaceLink ha chiesto, nell'apposita conferenza dei servizi, che i gestori di telefonia mobile forniscano in formato digitale la mappa delle antenne da installare e di quelle già installate al fine di pubblicizzarla su Internet. Infatti i dati forniti dalle compagnie di telefonia cellulare non sono ancora completi e le mappe pervenute a PeaceLink sono fotocopie in alcuni casi poco leggibili.

Il vicesindaco Alfredo Cervellera ha pubblicamente dato disposizione che venisse attivata su Internet una mailing list che verrà gestita dall'Ufficio delle Antenne del Comune di Taranto, con il supporto tecnico gratuito dell'Istituto Righi di Taranto. Quindi tutti i cittadini interessati possono sfruttare questa occasione per iscriversi alla mailing list e ricevere tramite posta elettronica in anticipo le informazioni sulle installazioni delle antenne a Taranto.

L'Istituto Righi di Taranto ha attivato la mailing list all'indirizzo

http://groups.google.it/group/ufficioantenne

e tutti gli interessati possono iscriversi e consultare il Regolamento delle antenne del Comune di Taranto.

Il Regolamento in questione è estremamente avanzato e riconosce ai cittadini importanti diritti di conoscenza e partecipazione in quanto implementa la Convenzione di Aarhus nell'ambito dei campi elettromagnetici.

In tale regolamento è sancito ad esempio questo diritto:

"In applicazione del Principio di Precauzione (di cui all'articolo 174, paragrafo 2, del trattato istitutivo dell'Unione Europea) chiunque ritenga che l'esposizione a campi elettromagnetici possa avere una relazione con la propria salute e sicurezza (ad esempio portatori di pacemaker, di sistemi elettronici impiantati, persone vulnerabili, ecc.) o con la salute e la sicurezza di familiari e ospiti, può richiedere all'Ufficio unico delle antenne che venga data preventiva comunicazione (mediante comunicazione scritta, anche per via telematica) prima dell'avvio di ogni procedura che riguardi ogni processo decisionale inerente l'installazione di dispositivi che emettano campi elettromagnetici".

Invitiamo tutti i cittadini a partecipare attivamente e preventivamente alla definizione del piano delle antenne con proprie osservazioni, sfruttando questi diritti ora recepiti nel Regolamento comunale. che dà attuazione all'articolo 6 comma 2 della legge 108/2001 (Convenzione di Aarhus): "Il pubblico interessato è informato nella fase iniziale del processo decisionale in materia ambientale in modo adeguato, tempestivo ed efficace, mediante pubblici avvisi o individualmente".

Abbiamo ottenuto inoltre che venga emanata un'ordinanza del sindaco per le antenne che nella zona Bestat di Taranto superano i limiti di legge, di cui abbiamo sollecitato il controllo dell'Arpa un anno fa.

Crediamo che la cittadinanza attiva possa essere potenziata tramite la condivisione dell'informazione su Internet. Siamo un'associazione che da tempo si propone questo obiettivo e, per essere massimamente indipendenti, non accettiamo sponsorizzazioni da parte delle compagnie di telefonia mobile e di aziende in generale.

Note: Questa è il materiale che l'Ufficio delle Antenne del Comune di Taranto ha distribuito alle associazioni. PeaceLink lo ha scannerizzato e ora è disponibile su Internet per tutti i cittadini che vogliano sapere dove sorgeranno le nuove antenne per telefonia cellulare.

Allegati

Articoli correlati

  • Cittadinanza attiva: come costruire una strategia efficace
    PeaceLink
    Relazione rissuntiva del webinar del 30 settembre 2020

    Cittadinanza attiva: come costruire una strategia efficace

    Il seminario online organizzato da PeaceLink ha voluto analizzare le competenze chiave della cittadinanza attiva. Le relazioni e il dibattito hanno toccato i temi del conflitto e della giustizia ambientali, ragionando sui concetti di "violenza strutturale" e di "razzismo ambientale".
    2 ottobre 2020 - Laura Tussi
  • Per un'educazione trasformatrice
    Sociale
    Riflessioni sulla scuola e l'empowerment

    Per un'educazione trasformatrice

    Per formare le nuove generazioni alla cittadinanza attiva e globale e planetaria è necessaria la formazione di educatori che siano animati non da una cultura della trincea e dell’arroccamento, ma da una cultura degli avamposti e dunque del rischio, del cambiamento e della trasformazione.
    29 agosto 2020 - Laura Tussi
  • Scuola e diritto alla pace
    Pace
    Riflessioni pedagogiche

    Scuola e diritto alla pace

    La scuola ha il compito di costruire un’alternativa, un baluardo e un’azione di contropotere, decostruendo e ricostruendo le idee, indicando ai giovani la possibilità di scegliere tra un pensiero conformista e allineato al potere e uno stile di vita libero e divergente
    24 agosto 2020 - Laura Tussi
  • Empowerment, sostenibilità ambientale e cittadinanza attiva
    Cittadinanza
    A settembre entrerà in vigore la nuova legge sull’educazione civica

    Empowerment, sostenibilità ambientale e cittadinanza attiva

    Oggi non ci sarà il seminario online di PeaceLink sulla cittadinanza attiva. Riprenderemo a settembre. Ma durante questa “vacanza” vogliamo risistemare il materiale discusso nei webinar in modo da proporre nelle scuole delle schede operative per un curriculum innovativo di educazione civica
    29 luglio 2020 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)