Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Al «Moscati» presto una pet. Pronti i fondi

Dopo il Policlinico di Bari e l'ospedale di San Giovanni Rotondo anche il «Moscati» di Taranto avrà la tomografia ad emissione di positroni (Pet). La Regione ha sbloccato il finanziamento di 5.750.000 euro
24 luglio 2008
Cesare Bechis
Fonte: Corriere del Mezzogiorno

- TARANTO — Dopo il Policlinico di Bari e l'ospedale di San Giovanni Rotondo anche il «Moscati» di Taranto avrà la tomografia ad emissione di positroni (Pet). La Regione ha sbloccato il finanziamento di 5.750.000 euro per acquistare la macchina e sono state già avviate le procedure per il bando di gara europeo. Il tomografo Pet è uno strumento utilizzato in medicina nucleare. Consente di acquisire immagini il cui studio, integrandosi con l'ecografia, la radiografia tradizionale, la tomografia computerizzata e la risonanza magnetica, consente di valutare il grado di aggressività del tumore, la presenza e distribuzione delle metastasi a distanza, l'effetto di trattamenti chemio e/o radioterapici sulla vitalità del tumore, la diagnosi differenziale tra recidiva tumorale e necrosi da terapia radiante.
L'acquisizione del tomografo è un passo decisivo verso la realizzazione di un vero e proprio polo oncologico all'ospedale «Moscati», quanto mai necessario e fondamentale in un territorio ad elevata presenza di patologie tumorali come quello tarantino.

L'annuncio arriva dal consigliere regionale Luciano Mineo (Pd) secondo il quale, entro la fine del 2009, la rete ospedaliera jonica potrebbe già avere in dotazione il tomografo. La notizia, tra l'altro, segue di ventiquattr'ore l'incontro tra i vertici dell'azienda sanitaria tarantina e i rappresentanti delle associazioni di volontariato che molto si sono impegnate per raggiungere questo risultato. Nel 2003 la giunta regionale aveva stanziato tre milioni per la Pet, aumentati a quattro dalla Asl. Poi tutto s'era fermato. Ad aprile scorso l'accelerata grazie alla petizione indetta dall'Arci che aveva raccolto l'adesione di 34 associazioni di volontariato e del sindaco di Taranto. Si chiedeva al governatore della Puglia Nichi Vendola di adoperarsi perché si concretizzasse finalmente l'acquisizione del tomografo per Taranto. Fu consegnata a Vendola il 3 giugno scorso, dopo due giorni il direttore generale della Asl, Domenico Colasanto, garantì il massimo impegno. Ieri l'annuncio che il finanziamento c'è e la gara può essere bandita.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)