Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Inquinamento, il Sindaco Stefàno soddisfatto

Bonifica dell'area industriale, Il Sindaco Stefàno sprizza ottimismo all'indomani della riunione al ministero dell'Ambiente: «Accogliamo come un fatto estremamente positivo l'intesa sulla bonifica dell'area industriale dell'Ilva, ma la diossina deve scendere ancora. Vorrei sempre ricordare a quanti lo dimenticano che in quarant'anni non era mai stato fatto nulla per migliorare la situazione ambientale. Oggi lo stiamo facendo. E io debbo essere ottimista».
5 settembre 2008
Cesare Bechis
Fonte: Corriere del Mezzogiorno

Ezio Stefàno, Sindaco di Taranto TARANTO — Il sindaco di Taranto, Ezio Stefàno, sprizza ottimismo all'indomani della riunione al ministero dell'Ambiente nella quale s'è parlato della caratterizzazione dell'ampia zona su cui si estende lo stabilimento siderurgico tarantino, dello snellimento delle procedure per le autorizzazioni e dei livelli di diossina. L'Ilva, che non era presente all'incontro con la ministra Stefania Prestigiacomo, preferisce astenersi da ogni commento anche perché domani è in programma, insieme con i rappresentanti degli enti firmatari dell'atto di intesa, la verifica degli interventi di ambientalizzazione compiuti dall'azienda nello stabilimento.

A Roma, avant'ieri, l'incontro era tra istituzioni, l'azienda proprio per questa ragione rinvia ogni considerazione e s'è limitata a presentare un nuovo cronoprogramma di interventi ora all'esame della Regione. «Il bilancio dell'incontro di Roma - continua Stefàno - lo considero un buon passaggio per tutta la problematica. Avviare la bonifica dell'area siderurgica non può che avere conseguenze positive sulla città e sulla salute collettiva.

Tutto ciò che va in questa direzione, come sindaco, devo sostenerlo. D'altra parte abbiamo anche scritto al ministro Prestigiacomo e l'abbiamo invitata a venire a Taranto per verificare quanto è stato fatto di buono. Vorrei sempre ricordare a quanti lo dimenticano che in quarant'anni non era mai stato fatto nulla per migliorare la situazione ambientale. Oggi lo stiamo facendo. E io debbo essere ottimista».

Stefàno sa anche che la ministra ha chiesto agli enti locali di accelerare i tempi per la concessione delle autorizzazioni. «Non è la parte politica che rallenta o frena queste procedure, noi abbiamo la coscienza a posto e siamo in grado di dimostrare che non abbiamo perso neanche mezz'ora. In ogni caso accogliamo l'invito del ministro a fare presto».

Stefàno sparge ottimismo anche di fronte al problema diossina. Sa che l'Ilva ha dichiarato che anticiperà i tempi per l'utilizzazione dell'urea in chiave antidiossina ma che i livelli non scenderanno sotto i 3.5 nanogrammi per metro cubo a fronte della richiesta di 1 nanogrammo fatta dalla Regione pena la non concessione dell'autorizzazione integrata ambientale (Aia). «Le emissioni di diossina sono già più basse rispetto a periodi precedenti - dice il sindaco e questo è un fatto. Certo devono scendere ancora, ma io sono ottimista.

La mia è una manifestazione di fiducia nei confronti dell'azienda, faremo sentire la nostra voce per raggiungere i risultati migliori per i tarantini. L'Ilva ha già fatto qualcosa, ora deve perfezionare i risultati e io sono fiducioso che concentrerà le energie verso la salute collettiva. Glielo chiedono il Comune, la Regione, la Provincia e i tarantini. Deve accelerare il processo per arrivare al livello di 1 nanogrammo per quanto riguarda la diossina, io so che ha le capacità per farlo e lo farà impegnandosi ancora di più».

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.30 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)