Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Ilva, primi passi per l'esame degli impianti anti-diossina

Al gruppo Riva, la commissione Ippc ha chiesto un'integrazione basata su ventotto punti per verificare i passi in avanti fatti da luglio a oggi Taranto. Istruttoria a Roma. L'Autorizzazione interessa anche lo stabilimento dell'Eni
7 novembre 2008
Cesare Bechis
Fonte: Corriere del Mezzogiorno

- TARANTO — Continua a Roma l'istruttoria preliminare alla concessione dell'Autorizzazione integrata ambientale (Aia) a Ilva ed Eni per gli stabilimenti di Taranto mentre l'assessore comunale Sebastiano Romeo (Ambiente) venerdì scorso ha ricevuto il progetto dell'impianto di Urea che l'azienda siderurgica vuole realizzare a Taranto per abbattere del cinquanta per cento le emissioni di diossina. Tra sette giorni si riunirà la conferenza dei servizi per esaminarlo ed, eventualmente, concedere il nulla osta alla sua costruzione.

Si tratta di un impianto tutto sommato lontano da complicazione tecnologiche e sul quale la caratterizzazione ambientale, cioè lo studio dello stato dei suoli, incide poco. Due silos metallici contenenti l'Urea e un dosatore che la distillerà sugli impianti siderurgici produttrici della diossina come derivato inquinante. Il tutto poggiato su supporti. Dal momento della concessione sono necessari pochi mesi per realizzarlo e metterlo in funzione.

Ieri, intanto, al ministero dell'Ambiente c'è stata un'altra delle riunioni messe in calendario dalla commissione Ippc (Integrated pollution prevention and control) nominata dal ministro Stefania Prestigiacomo per la concessione dell'Aia alle aziende taratine dell'area industriale. Il gruppo di lavoro, nominato dal nuovo governo tra mille polemiche, non ha cancellato i risultati dei predecessori e sta continuando in continuità. Ieri ha esaminato la documentazione generale presentata da Eni per tutta la raffineria mentre per lo stabilimento siderurgico sta procedendo per gradi successivi.

All'Ilva ha chiesto un'integrazione basata su ventotto punti per verificare i passi in avanti fatti da luglio a oggi. La prossima riunione è fissata per il 12 novembre, data nella quale sarà studiata la situazione della cokeria e dell'agglomerato. Fino a gennaio sono in calendario riunioni a cadenza settimanale proprio per rispettare il termine della fine di marzo per la concessione eventuale dell'autorizzazione integrata ambientale. La commissione ha cominciato a prendere in esame ogni singolo impianto, lo stato attuale e i miglioramenti tecnologici che le aziende hanno messo in progetto per abbattere le emissioni inquinanti e ottenere l'autorizzazione all'esercizio.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.23 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)