Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Rinnovabili: Vendola scrive al Ministro Prestigiacomo

Questo il testo della lettera inviata dal Presidente Vendola al Ministro Prestigiacomo in merito agli accordi di programma quadro sull’energia solare termodinamica e sull’idrogeno, per i quali da parte del Ministro sono state ventilate difficoltà finanziare nell’attuazione degli stessi.
18 novembre 2008
Nichi Vendola

“Gentile Ministro,
Idrogeno la Sua nota, con la quale sono prospettate serie difficoltà nell’attuazione dell’accordo di programma sull’energia solare termodinamica proposto dal Prof. Carlo Rubbia, non incoraggia di certo la prosecuzione di un progetto di così alto livello e strategico per una Regione che ha deciso di investire rilevanti risorse sulle energie rinnovabili.Vorrei ricordare che il progetto di ricerca condotto dal premio Nobel Rubbia è stato giudicato fra i più avanzati nel mondo.

E’ un progetto che dovrà tracciare la strada ad una nuova generazione di impianti che trasformano l’energia solare in produzione elettrica. Anche per questo l’accordo di programma definito e sottoscritto nello scorso aprile con il Suo predecessore, finanziato con 9 milioni di euro (5 del Ministero e 4 della Regione) e già in fase di attuazione con l’avvenuto insediamento di una ‘cabina di regia’ che ha già operato, costituisce un fatto di grande rilevanza e qualità, che per questo va portato alla sua conclusione.

Altrettanto dovrebbe accadere per il secondo Accordo di Programma dell’aprile 2008, quello finalizzato all’utilizzo di energia da idrogeno, secondo il progetto del Prof. Jeremy Rifkin, finanziato con 5 milioni di euro (3 del Ministero e 2 della Regione) ed al momento congelato nella sua attuazione senza che ci sia pervenuta alcuna spiegazione. Mi vengono invece da Lei comunicate “alcune criticità concernenti la definizione, valutazione e copertura finanziaria degli interventi”, difficoltà individuate forse tardivamente dalla Direzione per la Salvaguardia Ambientale che le riconduce ad un articolo ed a un comma della legge finanziaria 2008 (articolo 1, comma 322), che tuttavia sembra non avere attinenza con l’argomento.

Sarebbe dunque opportuno un chiarimento per poter fornire il più rapidamente possibile alla Puglia ed al Paese impianti di avanguardia lungo la frontiera delle rinnovabili che Lei, come me, considera strategica per l’Italia e per l’Europa.Con la speranza di poter inaugurare insieme quegli impianti previsti nella nostra Regione, Le chiedo un incontro, confidando nella Sua sensibilità e cortesia.

La saluto cordialmente, ricambiando gli auguri di buon lavoro”.

Bari, 18 Novembre 2008

Articoli correlati

  • Alcune domande a Nichi Vendola sul processo ILVA
    Editoriale
    Perché non richiese alcuna indagine epidemiologica come quella commissionata dal GIP Todisco?

    Alcune domande a Nichi Vendola sul processo ILVA

    Il pubblico ministero a Taranto ha parlato di una gestione "sciagurata e criminale" dell'ILVA. Da giorni focalizza e approfondisce in modo dettagliato una lunga serie di fatti che lasciano sconcertati. Ma chi governava sapeva?
    8 febbraio 2021 - Alessandro Marescotti
  • La stima di Nichi Vendola verso Emilio Riva
    Ecologia
    La dichiarazione di Vendola è apparsa sulla rivista trimestrale "Il Ponte" nel 2011

    La stima di Nichi Vendola verso Emilio Riva

    "Chiesi ad Emilio Riva, nel mio primo incontro con lui, se fosse credente, perché al centro della nostra conversazione ci sarebbe stato il diritto alla vita. Credo che dalla durezza di quei primi incontri sia nata la stima reciproca che c’è oggi".
    24 luglio 2020 - Redazione PeaceLink
  • Ecodidattica
    "Pensate, allora a, quale sia il potenziale contenuto di energia pulita di uno stabilimento che è stato responsabile di morte e malattie e che, invece, potrebbe essere convertito a patrimonio pienamente sostenibile"

    Impianti a torre solare, una proposta concreta per Taranto

    30 gennaio 2016 - Gianmarco Tedesco
  • Il giornalista a cui ILVA tolse il microfono
    MediaWatch
    Licenziato Luigi Abbate

    Il giornalista a cui ILVA tolse il microfono

    PeaceLink lancia una raccolta di firme perché venga riassunto. Hanno già aderito Paolo Flores D'Arcais e Marco Travaglio. L'Ordine dei Giornalisti di Puglia e Assostampa sono intervenuti in difesa del coraggioso giornalista. Martedì 29 luglio alle ore 19 sit-in davanti a Blustar TV in via Di Palma a Taranto
    28 luglio 2014 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)