Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

A sostegno dell'audizione di PeaceLink del 1° febbraio alla Commissione Bicamerale Infanzia

Benzo(a)pirene. Lettera ai parlamentari

Vi chiediamo di ripristinare la precedente normativa (DM 25/11/1994 incorporato nel D.Lgs 152/2007) che imponeva di non superare 1 nanogrammo di questo potente cancerogeno fin dal 1 gennaio 1999 nelle città con più di 150.000 abitanti perché chi inquina non continui a uccidere il nostro territorio e le nostre Vite.
30 gennaio 2011
Comitato Donne per Taranto

Signori Parlamentari, Foto dal titolo "Il cancro della mia città"


siamo un gruppo di Donne seriamente preoccupate per la Vita e la Salute dei nostri bambini e di tutti i bambini di Taranto che si sono unite nel comitato “Donne per Taranto” e che stanno lottando per riappropriasi di un futuro che sembra segnato dalla logica del Profitto.

Non stiamo qui a elencare i danni che il Decreto 155 ha fatto non solo a noi tarantini ma a milioni di cittadini italiani che si sono visti privare di una norma che poteva tutelarli dal rischio cancerogeno.

Non stiamo qui a elencare gli effetti dannosi di questo cancerogeno che non solo entra nell’organismo, nella catena alimentare ma intacca inesorabilmente il DNA dei nostri figli.

Non stiamo neanche a ricordarvi che a Taranto il benzo(a)pirene è solo uno degli inquinanti altamente tossici e spesso cancerogeni che stanno facendo ammalare e spesso uccidere i nostri figli.

Siamo certe che tutte queste cose le sapete già così come siamo certe che nell’audizione con Peacelink e con la dott.ssa Moschetti tutto ciò vi è stato illustrato in modo scientifico e preciso.

Ma come “donne” stiamo qui a raccontarvi la rabbia e la preoccupazione di tante persone che in queste settimane abbiamo incontrato nelle piazze (anche a Roma) e che hanno firmato la petizione a sostegno della risoluzione che martedì andrete a votare.

E’ questa rabbia e questa preoccupazione che vorremmo voi ascoltaste e prendeste in carico per compiere scelte degne di un Paese Civile in cui la Salute e la tutela della Vita vengano anteposte sempre e comunque dinanzi al potere, al profitto ai calcoli umani.
Vi chiediamo di ripristinare la precedente normativa (DM 25/11/1994 incorporato nel D.Lgs 152/2007) che imponeva di non superare 1 nanogrammo di questo potente cancerogeno fin dal 1 gennaio 1999 nelle città con più di 150.000 abitanti perché chi inquina non continui a uccidere il nostro territorio e le nostre Vite.


Distinti Saluti

Il coordinamento Donne per Taranto

Articoli correlati

  • Più polveri e benzo(a)pirene sulle scuole del quartiere Tamburi di Taranto
    Taranto Sociale
    La relazione ARPA Puglia sul 2019

    Più polveri e benzo(a)pirene sulle scuole del quartiere Tamburi di Taranto

    Il valore medio di deposizione di polveri nella Scuola G.Deledda (quartiere Tamburi) "è risultato circa tre volte rispetto a quello determinato nella postazione di Talsano", che si trova in periferia. Per il benzo(a)pirene situazione ancora peggiore.
    27 settembre 2020 - Redazione PeaceLink
  • Quando il governo sospese il valore limite del benzo(a)pirene
    Ecologia
    Venne aperta un'inchiesta e PeaceLink fu alla base delle denunce

    Quando il governo sospese il valore limite del benzo(a)pirene

    Era il 13 agosto 2010 e il governo di allora sospese il limite di un potente cancerogeno, il benzo(a)pirene nelle città. Perché? Per via del fatto che a Taranto il limite era stato superato e l'Arpa aveva indicato nelle batterie della cokeria la sorgente preponderante del benzo(a)pirene.
    Redazione PeaceLink
  • Ecologia

    Dossier benzo(a)pirene

    Tratta della natura cancerogena e genotossica del benzo(a)pirene e della salute dei bambini. A cui si aggiunge la parte su come è cambiata la normativa con il dlgs 155/2010
    2 febbraio 2011 - PeaceLink
  • Bambini che hanno fumato 200 sigarette in tre giorni
    Ecologia
    Inquinamento nel quartiere Tamburi di Taranto

    Bambini che hanno fumato 200 sigarette in tre giorni

    Oggi quei bambini vanno a scuola e hanno mostrato un QI inferiore all'atteso. Ma non stupitevi dei danni al QI dei bambini, stupitevi della stupidità degli adulti che hanno tollerato tutto questo. I bambini non hanno alcuna colpa, gli adulti sì.
    10 dicembre 2016 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)