Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Comunicato stampa

Incidente probatorio su inquinamento

Non dobbiamo cadere nel tranello di chi oggi punta ad una strategia della tensione, ora che finalmente si sta accertando la verita' sull'inquinamento a Taranto
29 marzo 2012
Fabio Matacchiera, Alessandro Marescotti (Fondo Antidiossina Onlus e Peacelink)

Il giorno 30 aprile si terra' l'udienza presso il Tribunale di Taranto per discutere la perizia epidemiologica.  In centinaia davanti al Tribunale di Taranto


Esprimiamo il nostro sostegno alla magistratura in questo importante passaggio di accertamento della verita'.

Invitiamo chi ha a cuore lo svolgimento sereno del procedimento a non manifestare in prossimita' del Tribunale per non offrire alcun pretesto a chi in questo momento delicato soffia sul fuoco per esacerbare gli animi.

Ci uniformiamo alle direttive della Questura che si sta adoperando per garantire il regolare e sereno svolgimento delle udienze nel Tribunale.

Siamo consapevoli dell'importanza e della delicatezza del momento. Non dobbiamo e non possiamo cadere nel tranello di chi oggi punta ad una strategia della tensione, proprio ora che finalmente si sta accertando la verita' sull'inquinamento a Taranto. 

Articoli correlati

  • Lo Stato dà i soldi del patteggiamento all'ILVA? PeaceLink scrive alla Commissione Europea per impedirlo
    Ecologia
    Comunicato stampa

    Lo Stato dà i soldi del patteggiamento all'ILVA? PeaceLink scrive alla Commissione Europea per impedirlo

    L'articolo 107 del TFUE (Trattato di Funzionamento dell'Unione Europea) che, come è noto, vieta a livello europeo l'uso del denaro pubblico per aziende in crisi. Tali operazioni si configurerebbero come "aiuto di stato" e sono vietate dall'articolo 107 del TFUE. L'Italia è già sotto procedura di infrazione dopo che PeaceLink aveva segnalato l'uso di fondi pubblici per le attività produttive dell'ILVA. Ma dopo le dichiarazioni emerse nell'audizione parlamentare, PeaceLink si è nuovamente rivolta alla Commissione Europea per segnalare con preoccupazione l'annuncio che una quota di questa notevole somma derivante dal patteggiamento servirà al rilancio produttivo dell'ILVA. In altri termini lo Stato restituisce la somma sequestrata alla stessa fabbrica che ha inquinato senza alcuna sicurezza che l'eccesso di malattie e morti non prosegua in futuro e senza definire un programma chiaro e condiviso che indichi i tempi e le modalità per la decontaminazione del terreno e della falda, cosa che invece era stata richiesta dalla Commissione Europea al governo italiano.
    21 gennaio 2017 - Associazione PeaceLink
  • PeaceLink su rinvio processo Ilva al 18 luglio
    Ecologia

    PeaceLink su rinvio processo Ilva al 18 luglio

    Il comunicato stampa
    14 giugno 2016 - Redazione Peacelink
  • A Taranto comincia il processo ILVA
    Processo Ilva
    Alla presenza del pubblico

    A Taranto comincia il processo ILVA

    Sono nell’aula Alessandrini, aula grigia e disadorna, la più grande del tribunale di via Marche ma non sufficientemente ampia per contenere i magistrati, gli imputati. C’è una fila per la costituzione di altre parti civili, e ormai abbiamo superato il numero indicativo di mille. Siamo così tanti che le connessioni wireless arrancano.
    17 maggio 2016 - Alessandro Marescotti
  • Inquietante ritardo nella comunicazione delle violazioni dell'Aia Ilva
    Taranto Sociale
    Comunicato stampa

    Inquietante ritardo nella comunicazione delle violazioni dell'Aia Ilva

    E' passato un mese e la elazione Ispra/Arpa non e' apparsa su alcun sito istituzionale, siamo letteralmente sconcertati e indignati
    24 ottobre 2013 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.23 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)