Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Bonifiche

Richiesta di indagini per individuare chi ha inquinato i suoli del quartiere Tamburi di Taranto

Lettera del 23/5/2013 del Ministero dell'Ambiente alla Provincia di Taranto
23 maggio 2013

Il PDF allegato a questa pagina web è stato ottrenuto su sollecitazione di PeaceLink.

 

Questa è l'email con cui è stata sollecitata la risposta. 

 

Da: Alessandro MarescottiInviato: lunedì 3 giugno 2013 17.24

A: Pernice Maurizio

Cc: segreteria.presidente@provincia.ta.it; giampiero.mancarelli@provincia.ta.it; Daniela Spera; Legambiente Taranto; alfio.pini@vigilfuoco.it; garanteilva@isprambiente.it

Oggetto: Per l'avv. Maurizio Pernice - Ministero dell'Ambiente - bonifiche Taranto 

Per l'avv. Maurizio Pernice Ministero dell'Ambiente  

Oggetto: applicazione del principio "chi inquina paga" nel quartiere Tamburi  

Gentile Avvocato,

facendo seguito al colloquio pubblicamente intercorso con Lei all'incontro al Ministero dell'Ambiente con il Ministro Andrea Orlando e con le associazioni ambientaliste il data 20 maggio scorso, Le chiedo gentilmente di fornire le seguenti informazioni: 

 

1) se sia stato individuato chi ha inquinato il quartiere Tamburi, in modo da applicare il principio "chi inquina paga" sancito dalla normativa europea; 

2) se la Provincia di Taranto sia stata avvisata dal Ministero dell'Ambiente di tale compito, dato che Lei si era fatto parte diligente - nell'incontro su citato - per una ufficiale sollecitazione in tal senso. 

 

Distinti saluti 

Alessandro Marescotti 

Presidente di PeaceLink

Note: A Roma, durante l'incontro con il Ministro Orlando, avevo messo tutti in imbarazzo chiedendo: "Vorrei sapere qui adesso da voi chi ha inquinato il quartiere Tamburi in modo fa applicare il principio europeo CHI INQUINA PAGA". Silenzio di gelo. L'avv. Maurizio Pernice - che sedeva alla destra del Ministro - si è giustificato dicendo che la competenza era della Provincia. Gli ho risposto: "Però la multa europea la paga l'Italia, non la Provincia". E così l'avv. Pernice (del Ministero dell'Ambiente) mi ha rassicurato garantendo che avrebbe scritto alla Provincia.

Allegati

Articoli correlati

  • Ecodidattica
    Definizioni di base

    Siti contaminati

    Cosa è la CSC e la CSR
    9 aprile 2018 - Alessandro Marescotti
  • Taranto Sociale

    Quello che è successo per la bonifica di Bagnoli non deve fare paura, ma essere d'insegnamento

    La via d'uscita per Taranto e per gli altri SIN è nel fare realmente le bonifiche.
    11 giugno 2018 - Fulvia Gravame
  • Anche gli operai dell'Ilva devono venire alla marcia del 25 febbraio!
    Taranto Sociale
    "Giustizia per Taranto: bonifiche, risarcimenti per la città e la provincia di Taranto, chiusura delle fonti inquinanti e riconversione."

    Anche gli operai dell'Ilva devono venire alla marcia del 25 febbraio!

    Andiamo incontro ad un periodo difficile ed è inutile manifestare separati, gli abitanti di Taranto per la salute da una parte e gli operai dall'altra contro i tagli che sembrano ormai una certezza.
    Chiediamo tutti insieme che si facciano le bonifiche e che gli operai siano reimpiegati in questo settore, dopo la formazione necessaria.
    Altrimenti i lavori non saranno fatti oppure saranno appaltati a ditte del nord.
    11 febbraio 2017 - Fulvia Gravame
  • Manifestazione "Giustizia per Taranto"
    Taranto Sociale
    Il 25 febbraio Taranto scenderà in piazza di nuovo

    Manifestazione "Giustizia per Taranto"

    Prossimi appuntamenti:
    Assemblea pubblica / Riunione organizzativa: giovedì 16 febbraio, ore 19.00, presso Associazione Contro le barriere, Taranto, Via Cugini n. 40;
    Conferenza stampa: sabato 18 febbraio, ore 10,30, presso Associazione ABFO, Via Lago di Montepulciano n.1.
    16 febbraio 2017
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.6 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)