Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Comunicato stampa del movimento civico "Taranto Respira" Manifestazione a sostegno della libertà di stampa e della tutela dell'occupazione

Taranto ha bisogno di giornalisti come Abbate per questo noi invitiamo tutti coloro che credono nella libertà di stampa per combattere corruzione e malaffare, ad unirsi a noi in questa manifestazione.
29 luglio 2014
Fulvia Gravame
Fonte: Taranto Respira - 29 luglio 2014

Martedì 29 luglio 2014 dalle ore 19 alle 21,30 , in via Di Palma, nel tratto compreso tra via Duca degli Abruzzi e Via Regina Elena, , il Movimento Civico “Taranto Respira”, ha organizzato una manifestazione a sostegno della libertà di stampa e della tutela dell’occupazione .
L’incresciosa vicenda del repentino licenziamento del giornalista Luigi Abbate ci induce ad una seria riflessione sullo stato attuale di salute della libertà di opinione e sulla reale possibilità di un confronto democratico nella nostra città 
Senza entrare nelle ragioni che hanno portato a questo atto, non possiamo non constatare come ultimamente si sia ritornati ad una pericolosa e plumbea atmosfera codina di fronte ad una sempre più arrogante pretesa di esporre le proprie teorie senza alcun contraddittorio. Nell’attuale situazione di crisi generale ed in particolare di crisi della carta stampata, appare sempre più fragile e precaria la situazione lavorativa dei giornalisti, anello debole della catena perché più soggetti a pressioni e a lusinghe esterne. Non è un caso che l’Italia si trovi al 49° posto nella classifica mondiale della libertà di stampa, addirittura sotto al Niger e a quei paesi che noi consideriamo “terzo mondo”.
Il licenziamento di Abbate non è che la punta dell’iceberg di un forte tentativo di restaurazione di quella maniera di fare informazione, che ha portato il nostro territorio all’attuale disastrosa condizione. Noi siamo convinti che solo dando voce alle ragioni di tutti, così come faceva Abbate nelle sue trasmissioni, in cui dava spazio ad esponenti di tutte le forze politiche, ponendo a tutti le stesse domande , ci può essere un rinnovamento culturale e sociale della nostra città.
Taranto ha bisogno di giornalisti come Abbate per questo noi invitiamo tutti coloro che credono nella libertà di stampa per combattere corruzione e malaffare, ad unirsi a noi in questa manifestazione.
Vittoria Orlando --- 
Coportavoce Movimento Civico Taranto Respira

Note: lva: licenziato il giornalista scomodo, nemico di Archinà
http://bari.repubblica.it/cronaca/2014/07/26/news/ilva_licenziato_il_giornalista-92442483/

Abbate: "Avrò pure la faccia da provocatore, ma non sono al soldo dei Riva"
Parla il giornalista di BluStar tv cui Archinà strappò il microfono
http://bari.repubblica.it/cronaca/2013/11/16/news/abbate_avr_pure_la_faccia_da_provocatore_ma_non_sono_al_soldo_dei_riva-71160252/?ref=search

Video messaggio di Luigi Abbate: unità per Taranto
Il giornalista licenziato da BlustarTv alle telecamere di Peacelink
www.peacelink.it/sociale/a/40441.html

Articoli correlati

  • "La salute non è d'acciaio. Il caso ILVA"
    Ecologia
    Peacelink Common Library

    "La salute non è d'acciaio. Il caso ILVA"

    Questa tesi di laurea di Nicola Petrilli è aggiornata agli ultimi eventi che hanno caratterizzato la fabbrica dopo l'avvento del governo "giallo-verde". Viene analizzata la società civile tarantina e i suoi "cittadini reattivi", mettendo in luce le difficoltà di ArcelorMittal a Taranto
    8 luglio 2019
  • I ministri pentastellati vanno a Taranto ma non incontrano le associazioni
    Ecologia
    Peccato perché volevamo discutere i dati sanitari e gli eccessi di mortalità vicino agli impianti

    I ministri pentastellati vanno a Taranto ma non incontrano le associazioni

    Vi è una differenza fra il 24 aprile e il 24 giugno 2019. Il 24 aprile furono convocate le associazioni. Oggi no. La Segreteria del Capo di Gabinetto del Ministro dello sviluppo economico ha fatto sapere tramite email a PeaceLink che "non è previsto alcun incontro".
    23 giugno 2019 - Redazione PeaceLink
  • Lo sviluppo della grande industria di Taranto. Quale futuro?
    Ecologia
    Peacelink Common Library

    Lo sviluppo della grande industria di Taranto. Quale futuro?

    Una cosa importantissima per città come Taranto è quella di programmare uno sviluppo economico che consenta una vita dignitosa ai propri cittadini. Per fare questo bisogna programmare le politiche pubbliche. La tesi allegata in formato PDF affronta tale nodo tenendo conto dell'aspetto ecologico.
    24 giugno 2019
  • Tiratori scelti per difendere i ministri del governo
    Editoriale
    Il confronto con gli ambientalisti a Taranto

    Tiratori scelti per difendere i ministri del governo

    E' passata inosservata la notizia, e pertanto la riportiamo in questa pagina web. Ci chiediamo perché minacciare di togliere la scorta a Saviano e puntare invece i fucili di precisione in una città che è in pericolo sì, ma per altre ragioni, ben spiegate nel recente studio epidemiologico Sentieri.
    Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.24 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)