Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Convegno internazionale ISEE 2016

Tumori alla tiroide in eccesso a Taranto in entrambi i sessi

Lo studio presentato è stato condotto da ricercatrici dell’Istituto Superiore di Sanità sui 44 siti di interesse nazionale per la bonifica (SIN) e ha evidenziate criticità anche in altre città
8 settembre 2016

 

TUMORI TIROIDE E SITI INQUINATI: ECCESSI A BRINDISI, TARANTO E BARI
 
Uno studio presentato al congresso dell’ISEE a Roma menziona le città pugliesi di Bari, Brindisi e Taranto per i tumori alla tiroide.
E' stato condotto da ricercatrici dell’Istituto Superiore di Sanità sui 44 siti di interesse nazionale per la bonifica (SIN) e riguarda il rischio di contrarre tumori della tiroide.
Lo studio non ha precedenti perché le cause riconosciute di tumore della tiroide sono le radiazioni ionizzanti, quelli potenziali le centrali nucleari e l’esposizione a radon. Altri rischi sono rappresentati dai pesticidi e da alcune sostanze chimiche.
 
I dati sono questi:
- I dati di ospedalizzazione rivelano eccessi in entrambi i sessi in 8 siti: Brescia-Caffaro (impianti chimici, discariche), Laghi di Mantova (petrolchimica, chimica, raffineria e discariche) , Livorno (petrolchimica e raffineria), Piombino (chimica, acciaio e discariche), Bari, Taranto (petrolchimica, acciaio e discariche) e Brindisi (petrolchimica, chimica e discariche).
Nel solo sesso maschile gli eccessi si rilevano in 3 siti (Balangero (miniere di asbesto, discariche), Sassuolo-Scandiano (chimica e discariche) e Milazzo (raffineria).
Nel solo sesso femminile in 3 siti: Casale-Monferrato (impianti di cemento-amianto), Valle del Sacco (impianti chimici), Sulci (impianti chimici e discariche).
Note: I dati sono stati presentati nella Conferenza 2016 dell’International Society for Environmental Epidemiology (ISEE) che si è svolta a settembre a Roma.

Uno dei problemi sanitari che sta emergendo a Taranto con sempre maggiore evidenza è quello delle patologie alla tiroide. A p.133-134 dello Studio Sentieri 2019 si legge su Taranto:
"In età giovanile (20-29 anni) si evidenzia un eccesso del 70% per l’incidenza dei tumori della tiroide (...) Eccessi di incidenza si osservano tra gli uomini residenti per (...) tumori maligni della tiroide; tra le donne per (...) tumori maligni della tiroide".
Fonte: Epidemiologia e Prevenzione anno 43 (2-3) marzo-giugno 2019
Per l'eccesso dei tumori alla tiroide dei giovani, lo studio Sentieri evidenzia particolarmente quelli alle ragazze.

Articoli correlati

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)