Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

A Taranto si è riunito il tavolo convocato dalla Procura

Si conferma il trend delle emissioni inquinanti della cokeria ILVA

La tendenza all'aumento è confermata dalle prime due settimane di marzo. Le slides presentate in un'assemblea a Statte da Alessandro Marescotti (PeaceLink)
18 marzo 2019
Redazione PeaceLink

Si conferma il trend delle emissioni inquinanti della cokeria ILVA. Ipa febbraio 2019 confrontati con gli IPA febbraio 2018

Clicca qui per vedere le slides proiettate ieri da Alessandro Marescotti (PeaceLink) all'assemblea di Statte ("Dall'immunità penale alle discariche") sull'inquinamento ambientale e le bonifiche.

Intanto a Taranto si è riunito il tavolo convocato dalla Procura. Queste sono le notizie di agenzia.

Prefettura e Procura in campo per la situazione ambientale di Taranto dopo l’allarme sulla risalita dell’inquinamento. Dopo il vertice a Palazzo di Giustizia convocato dal procuratore capo Carlo Maria Capristo, sono due i livelli che monitoreranno lo stato di avanzamento dei progetti di risanamento dell’area di Taranto. Uno l’ha istituito il prefetto Donato Cafagna - su mandato del ministero dell’Ambiente - e anche se Cafagna sta per lasciare Taranto per Verona, il tavolo annunciato il 6 marzo con Ispra, Arpa Puglia, commissario di Governo alla bonifica e il contributo della Regione Puglia, dovrebbe comunque rimanere e passare alla competenza del nuovo prefetto Antonella Bellomo che arriva da Matera. L’altro tavolo è quello annunciato dal procuratore Capristo che sarà riconvocato il 6 maggio dopo che entro il 29 aprile i vari soggetti coinvolti (compresa Arcelor Mittal Italia e Ilva in amministrazione straordinaria) avranno comunicato i rispettivi stati di avanzamento. “Da ora in poi c’è un nuovo metodo di lavoro: ci saranno incontri periodici in Procura, ognuno rappresenterà i lavori che vengono eseguiti e programmati sotto la supervisione del nostro ufficio” ha annunciato il procuratore capo. E una decina di giorni fa il prefetto Cafagna istituendo il coordinamento, aveva anche annunciato una serie di azioni che, di lì a breve, sarebbero state messe in campo su vari fronti, a partire dalle collinette ecologiche ex Ilva sequestrate dalla Procura a febbraio per inquinamento. Situazione, questa, che ha spinto il sindaco Rinaldo Melucci a chiudere due scuole del rione Tamburi, Deledda e De Carolis, per 30 giorni dal 2 marzo, e a disporre il trasferimento dei 708 alunni in altri plessi del rione.(AGI)
TA1/TIB
Ambiente: Prefettura e Procura in campo per situazione Taranto (2)
Pubblicato: 19/03/2019 09:52

(AGI) - Taranto, 19 mar. - “La prossima settimana faremo una riunione di punto” annuncia l’assessore all’Ambiente, Francesca Viggiano. “Dopo che abbiamo temporaneamente riassegnato la popolazione scolastica ad altri plessi, non stiamo registrando grossi problemi - afferma Viggiano -. I report ultimi ci segnalano 16 assenti su 117 alla Gabelli, 21 su 252 alla Vico, 28 su 69 alla Giusti. Ma in questi numeri c’è anche una componente fisiologica”. E il Comune ora attende nuovi controlli Arpa per sapere se dalle collinette, costruite negli anni ‘70 per mitigare l’impatto dell’acciaieria sul rione Tamburi, sussiste ancora un pericolo di inquinamento. Intanto è stato stabilito che sarà l’amministrazione straordinaria Ilva ad occuparsi della loro bonifica. Le collinette, infatti, sono tuttora nel perimetro di Arcelor Mittal perché insieme ai parchi minerali, in fase di copertura, sono ritenute una forma di barrieramento verso la città. Adesso interverrà un atto tra Arcelor Mittal e commissari straordinari con cui questi ultimi si occuperanno delle collinette. I primi interventi da fare riguarderanno la ricognizione e la messa in sicurezza, in seguito ci sarà la caratterizzazione ambientale. I commissari Ilva hanno anche la bonifica tra i loro compiti. Delle aree non produttive però ed hanno a disposizione circa un miliardo della transazione Riva. Giorni fa, in un’audizione in commissione Ambiente in Regione Puglia, Arpa ha detto che le collinette sono state realizzate con materiali inidonei per la vicinanza di un insediamento abitativo.(AGI)
TA1/TIB

Articoli correlati

  • Lettera al Ministro Di Maio: "Ritiri il ricorso contro il Ministero dell'Ambiente"
    Ecologia
    Il ministro del MISE sarà a Taranto il prossimo lunedì 24 giugno

    Lettera al Ministro Di Maio: "Ritiri il ricorso contro il Ministero dell'Ambiente"

    PeaceLink ritorna su una storia davvero kafkiana in cui il Ministero dello Sviluppo Economico ha fatto ricorso contro il ministero dell'Ambiente per non applicare a Taranto il principio europeo "chi inquina paga". Al centro la questione della bonifica dei terreni contaminati dalla diossina
    21 giugno 2019 - Alessandro Marescotti
  • Il pentamestre ArcelorMittal a Taranto
    Taranto Sociale
    Cokeria e quartiere Tamburi

    Il pentamestre ArcelorMittal a Taranto

    Con le gestione ArcelorMittal c’è meno inquinamento a Taranto rispetto al periodo dei Commissari ILVA? Quelli che pubblichiamo sono i dati Arpa-Ispra della cokeria per il periodo che va dal giorno 1 novembre 2018 al 31 marzo 2019.
    10 aprile 2019 - Associazione PeaceLink
  • "Quante vittime siete disposti ad accettare?"
    Editoriale
    I ministri Costa, Di Maio e Grillo a Taranto

    "Quante vittime siete disposti ad accettare?"

    Una città blindata. I cittadini protestano. Nell'incontro dei ministri con le associazioni, PeaceLink elenca i dati delle emissioni in aumento a Taranto e quelli degli eccessi di mortalità nelle aree più vicine alle fonti inquinanti
    24 aprile 2019 - Alessandro Marescotti
  • Cokeria a Taranto, aumentano le emissioni non convogliate a marzo rispetto al 2018
    Ecologia
    In allegato il comunicato odierno di PeaceLink

    Cokeria a Taranto, aumentano le emissioni non convogliate a marzo rispetto al 2018

    ArcelorMittal gestisce dallo scorso novembre lo stabilimento ILVA di Taranto. Uno degli impianti più inquinanti è la cokeria. PeaceLink sta effettuando un costante monitoraggio delle emissioni diffuse e fuggitive elaborando i dati Arpa-Ispra
    3 aprile 2019 - Associazione PeaceLink
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.25 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)