Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Impatto ambientale ex Ilva è fondato su solide basi

La Regione Puglia replica alla dichiarazione del ministro Costa sulla revisione dell'AIA Ilva

La dirigente Barbara Valenzano scrive al ministro: «Questione tecnica. È il Governo ad essere inadempiente» e chiede una risposta formale sulla richiesta di riaprire l'Autorizzazione Integrata Ambientale.
28 marzo 2019
Fulvia Gravame
Fonte: Gazzetta del Mezzogiorno - 28 marzo 2019

La dr.ssa Barbara Valenzano ha chiarito un punto fondamentale:
"Il piano regionale di qualità dell'aria è pienamente cogente. Wind Day, vento dall'ILVA sul quartiere Tamburi, foto scattata in data 13/2/2019


Il ministero dell'ambiente aveva l'obbligo di elaborare, entro il 30 settembre scorso, il Programma nazionale di controllo dell'inquinamento atmosferico. 
Tale strumento si configura quale elemento fondamentale in quanto lo stabilimento siderurgico ex Ilva Taranto è da considerarsi una delle sorgenti più significative a livello nazionale degli inquinanti"

Cliccare qui per visualizzare l'intero documento inviato dalla Regione Puglia al Ministro Costa.

Rassegna stampa sulla richiesta di riapertura dell'AIA ex ILVA Taranto della Regione Puglia

ANSA 8 marzo 2019

Ex Ilva: Emiliano a governo,rivedere Aia

'E contestuale riduzione al 50% livelli produzione autorizzati'

http://www.ansa.it/puglia/notizie/2019/03/08/ex-ilva-emiliano-a-governorivedere-aia_8d686959-0765-4d2c-a8eb-b83f36b27991.html

Sole 24 ore 26 marzo 2019

Ex Ilva, il ministro Costa: disposti a rivedere Aia dopo le analisi della Regione

https://www.ilsole24ore.com/art/impresa-e-territori/2019-03-26/ex-ilva-ministro-costa-disposti-rivedere-aia-le-analisi-regione-165200.shtml?uuid=ABRHH8hB

Gazzetta del Mezzogiorno 28 marzo 2019

Impatto ambientale ex Ilva, la Regione attacca il ministro Costa

https://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/news/taranto/1125614/impatto-ambientale-ex-ilva-la-regione-attacca-il-ministro-costa.html?fbclid=IwAR2_klvJZVVebsGT5wOmBypJGT9_kKfcChX1j61Ia6M1gImyaTbQDcwP4X4 

Articoli correlati

  • Lettera aperta ai ministri dell'Ambiente
    Ecologia
    In occasione del vertice dei paesi del G20

    Lettera aperta ai ministri dell'Ambiente

    Di fronte ai sempre più frequenti disastri ambientali, dodici associazioni scrivono ai Ministri dell’Ambiente riunitisi a Napoli in questi giorni per esigere un’azione globale rafforzata e coordinata, non più rimandabile, per salvare il clima.
    23 luglio 2021 - Patrick Boylan
  • Giustizia climatica: come contrastare l'emergenza climatica attraverso il diritto
    Ecodidattica
    Cambiamenti climatici e giustizia climatica

    Giustizia climatica: come contrastare l'emergenza climatica attraverso il diritto

    Le questioni climatiche vanno comprese e agite in chiave di cittadinanza globale per espandere i diritti umani in una prospettiva di tutela delle generazioni future, e delle aree più povere del pianeta
    16 luglio 2021 - Daniele Marescotti
  • “Portiamo lo Stato italiano in giudizio per salvare il clima e le risorse idriche!”
    Ecologia
    Il diritto all’acqua potrebbe diventare un diritto negato.

    “Portiamo lo Stato italiano in giudizio per salvare il clima e le risorse idriche!”

    Davanti ai rischi reali di siccità e di morte per disidratazione, gli attivisti di Giudizio Universali cercano di smuovere il governo, giudicato inadempiente rispetto al clima e agli accordi sottoscritti a Parigi, con un’azione legale senza precedenti in Italia. Chiedono il sostegno di noi tutti.
    23 giugno 2021 - Patrick Boylan
  • I cittadini fanno causa contro lo Stato italiano per inazione climatica.
    Ecologia
    Lanciata l’iniziativa "Giudizio Universale"

    I cittadini fanno causa contro lo Stato italiano per inazione climatica.

    Oggi a Roma oltre duecento ricorrenti hanno presentato alla stampa l’azione legale da loro intrapresa contro lo Stato italiano, reo, a loro avviso, di non aver fatto abbastanza per fermare il cambiamento climatico.
    5 giugno 2021 - Patrick Boylan
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)