Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Conferenza stampa domani a Taranto per i bambini ILVA

Offensiva della tenerezza

La campagna si basa sull'invio ai politici di disegni e foto dei bambini, affinché la loro tenerezza faccia la differenza in questa vicenda spesso presentata solo in termini economici, senza alcun riferimento ai valori essenziali della vita e della salute.
12 dicembre 2019
Conferenza stampa
Offensiva della Tenerezza per i Bambini ILVA 
Campagna nonviolenta di moral suasion
Bambini con la chemio
Domani (venerdì 13 dicembre 2019) si terrà una conferenza stampa a Taranto, in viale Liguria 80, ore 11.30, presso libreria Mandese.
Questo invito è rivolto a tutti i giornalisti perché partecipino alla conferenza stampa di domani a Taranto finalizzata ad annunciare una campagna di pressione popolare sui parlamentari, sui consiglieri comunali, provinciali e regionali e sui decisori politici a vario livello coinvolti nelle scelte dei prossimi giorni sull'ILVA.
La campagna è una "offensiva della tenerezza" perché vuole fare appello alla coscienza e al senso di umanità di chi a vari livelli fa politica e in qualche modo deve valutare la questione ILVA anche sotto il profilo sanitario e delle sofferenze che i bambini, i più esposti, devono subire. 
La conferenza stampa è promossa da diverse associazioni.
Nella conferenza stampa sarà reso noto il testo che verrà recapitato a ministri, parlamentari e consiglieri. Sarà inviato inoltre ad ognuno il filmato delle Iene con le storie commuoventi dei bambini di Taranto malati di cancro. La campagna si basa inoltre sull'invio di disegni e foto dei bambini, affinché la loro tenerezza faccia la differenza in questa vicenda spesso presentata solo in termini economici, senza alcun riferimento ai valori essenziali della vita e della salute.
Ogni politico verrà inserito su una lista pubblica - raggiungibile via web su www.tarantosociale.org - e verrà monitorato: saranno pubblicate le sue risposte e anche le mancate risposte.
E' una campagna nonviolenta, basata sulla moral suasion che precede una prossima iniziativa di tipo squisitamente legale.

Articoli correlati

  • Nove dirigenti ILVA indagati per la morte di un bambino di Taranto
    Processo Ilva
    Il padre Mauro Zaratta: "Mio figlio aveva il diritto di nascere sano, di giocare, di crescere"

    Nove dirigenti ILVA indagati per la morte di un bambino di Taranto

    Per la procura di Taranto, sono state le emissioni velenose dell’ex Ilva a causare la morte del piccolo Lorenzo Zaratta avvenuta il 30 luglio 2014 per un tumore al cervello. Per i pm, le emissioni avrebbero causato “una grave malattia durante il periodo in cui era allo stato fetale”.
    15 gennaio 2021 - AGI (Agenzia Giornalistica Italia)
  • Frammentazione del DNA dello sperma: un marker precoce e affidabile dell'inquinamento atmosferico
    Ecologia
    Ricerca sui lavoratori ILVA di Taranto e sui cittadini esposti all'inquinamento

    Frammentazione del DNA dello sperma: un marker precoce e affidabile dell'inquinamento atmosferico

    I risultati della ricerca dimostrano che sia i lavoratori dell'acciaieria sia i pazienti che vivono in un'area altamente inquinata mostrano una percentuale media di frammentazione del DNA dello sperma superiore al 30%, evidenziando un evidente danno allo sperma
    5 gennaio 2021
  • Non un solo grammo di diossina verrà bonificato a Taranto
    Editoriale
    La beffa: gli animali si sono contaminati su terreni "a norma" in base all'ultimo decreto

    Non un solo grammo di diossina verrà bonificato a Taranto

    Avrete letto sui giornali che ripartono le bonifiche. E' un trionfalismo fuori luogo perché con un decreto del Ministero dell'ambiente viene fissato il limite della diossina per i terreni di pascolo a 6 ng/kg ma le pecore e le capre si sono contaminate con livelli di contaminazione inferiore.
    9 gennaio 2021 - Alessandro Marescotti
  • Egregio Presidente Giuseppe Conte, adesso dovrebbe bastare, non crede?
    Taranto Sociale
    Appello inviato ogni sabato dall'8 giugno 2020

    Egregio Presidente Giuseppe Conte, adesso dovrebbe bastare, non crede?

    Taranto chiede alle istituzioni soluzioni concrete al problema inquinamento e lo fa con determinazione. Questo appello è stato sottoscritto già da oltre settemila tarantini e non solo e sarà inviato con le nuove sottoscrizioni ogni sabato fino ad ottenere risultati verificabili.
    8 gennaio 2021 - Fulvia Gravame
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.38 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)